La crisi della felicità | T-Mag | il magazine di Tecnè

La crisi della felicità

Forse la crisi del nostro tempo nasce da un deficit di felicità; o forse dal razionalismo deviato che ha spento l’illuminismo; oppure dall’errore fatale di credere che la tecnologia potesse rendere comunque gli uomini più liberi, più felici ed autosufficienti a se stessi.
Se per un verso la razionalità formale, a lungo, ha rappresentato il sorgere di un sapere nuovo, soppiantando lo sforzo religioso di dare un senso al mondo nello stesso modo in cui questo aveva sostituito l’originaria concezione magica, per l’altro ha trasformato il sogno di governare i sentimenti disorganizzati degli uomini attraverso sincronie tecnologiche in un incubo angosciante.
Attraverso il suo “assolutizzarsi” ed estraniarsi dall’uomo, la tecnologia si è trasformata in un desiderio cieco, disposto a saltare i nessi causali e a ignorare i più solenni impegni morali. Si sono enunciate proposizioni astratte, generiche, tautologiche che nessuno ha mai pensato veramente di rispettare. La prima, quella più solenne, spegnere la televisione e accendere i desideri (cioè meno tv e più relazioni), si è subito infranta lungo i frangiflutti di rituali, simboli di appartenenza, abitudini, che estraniano chi ne è estraneo.

 

Scrivi una replica

News

Libia, Moavero: «Ue si tenga pronta a intervenire in caso di eventuali flussi migratori»

«Nei giorni scorsi ho scritto alla Commissione europea che si tenga pronta all’azione nel caso si dovessero verificare flussi consistenti e improvvisi di migranti dalla…

24 Apr 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Arabia Saudita, eseguite trentasette condanne a morte

Trentasette persone sono state condannate a morte, in Arabia Saudita. Le condanne sono state eseguite martedì, una delle quali per crocifissione. Il regime saudita ha…

24 Apr 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Libia, Sarraj: «La Francia sostiene Haftar»

Il premier libico Fayez al-Sarraj ha accusato la Francia di sostenere il generale Khalifa Haftar. «Siamo sorpresi del fatto che la Francia non sostenga il…

24 Apr 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: «Export in calo dello 0,4% a marzo»

«A marzo 2019 si stima una lieve flessione congiunturale per le esportazioni (-0,4%) e un contenuto aumento per le importazioni (+0,4%). La flessione congiunturale delle…

24 Apr 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia