SE LA POLITICA E’ FATTA SOLO DI CASE | T-Mag | il magazine di Tecnè

SE LA POLITICA E’ FATTA SOLO DI CASE

di Andrea Ferraretto

Un osservatore esterno potrebbe pensare che l’Italia sia un paese dove ciò che conta sono solo le case. Un anno fa tutto ruotava attorno alle indiscrezioni e alla ricerca spasmodica del proprietario occulto di un appartamento a Montecarlo. Oggi, nulla è cambiato, tranne l’indirizzo dell’appartamento affittato da un parlamentare che ospita a sua volta un ministro, preoccupato di sfuggire a spioni e occhi indiscreti. Nel frattempo la Regione Lazio è alle prese con il Piano Casa, una piccola soluzione furbetta per accontentare qualcuno e far cassa (forse). In mezzo il nulla.

La crisi del debito pubblico, la pressione dei mercati, la necessità di una manovra che, giornalisticamente parlando, continua a essere definita “lacrime e sangue”, con la necessità, però, di aggiungere lacrime e sangue dei soliti fessi che pagano le tasse e vorrebbero avere uno Stato in grado di garantire servizi efficienti. In mezzo qualcosa in più del nulla: un Parlamento travolto da indagini e scandali, con parlamentari arrestati e indagati. Ma, senza nulla togliere, è pur significativo registrare che lo stesso Parlamento resterà chiuso, per vacanze, fino al 12 settembre. L’Italia, intanto, si prepara a una grande partita a Monopoli, con chi acquista case e palazzi, chi li ristruttura, chi li vende. Peccato che poi, a rimetterci, siano gli italiani, che si ritroveranno più poveri e travolti dalla crisi che nessuno è in grado di affrontare.

PS

Quando si dice che la soluzione è peggiore del problema: di fronte alle polemiche è stato deciso di anticipare di una settimana la riapertura del Parlamento. La considerazione è la stessa se si riflette sulla leggerezza di chi ha dapprima preso la decisione di fissare al 12 settembre la data: una separazione netta tra i problemi dell’Italia e l’incapacità della politica di affrontare la crisi.

 

Scrivi una replica

News

Beirut: “Saltato il contratto per il gas con Mosca”

“Eravamo praticamente sul punto di firmare il nostro primo contratto per lo sviluppo di giacimenti di gas grazie alla partecipazione di compagnie russe: ora stiamo…

17 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Usa: “In Europa c’è un alto rischio di attacchi dell’Isis”

“Gli incidenti in Francia, Russia, Svezia, Gran Bretagna, Spagna e Finlandia dimostrano che l’Isis e i suoi affiliati hanno la capacità di pianificare e compiere…

17 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, May: “Sono fiduciosa che si possa passare alla seconda fase”

“Sono fiduciosa che il mese prossimo i leader Ue possano dare il via libera alla seconda fase dei negoziati sulla Brexit”. Lo ha detto Theresa…

17 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, Davis: “Offerto compromesso all’Ue”

“La Gran Bretagna ha offerto alcuni compromessi creativi in sede di negoziato sulla Brexit ma non sempre ha trovato disponibilità da parte dell’Ue”. Lo ha…

17 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia