Il discorso del premier e le attese deluse | T-Mag | il magazine di Tecnè

Il discorso del premier e le attese deluse

Rizzo | Il Corriere

Le attese deluse

Dunque la casa continua a bruciare senza che nessuno metta mano all’estintore. Dal discorso in Parlamento del presidente del Consiglio era lecito aspettarsi molto di più. La decisione di parlare solo dopo la chiusura dei mercati poteva far supporre perfino qualche clamorosa sorpresa. Invece niente. Neppure una timida ammissione, verso un Paese che arranca nel pantano della crisi bombardato da quelli che chiamano «speculatori», di aver sbagliato qualcosa. Semmai il contrario: i guai sono del mondo intero, a cominciare dai più bravi (gli Usa), l’Italia è solida, le sue banche sono solide, i conti pubblici stanno meglio di quelli altrui, il nostro sistema pensionistico è invidiato da tutti… Dulcis in fundo , il governo resterà al suo posto fino al 2013.

Continua a leggere su Il Corriere.it

 

1 Commento per “Il discorso del premier e le attese deluse”

  1. ELEONORA

    POTREBBE ESSERE VERO. A MIO PARERE, TUTTI I SISTEMI SONO BUONI SE GESTITE DA PERSONE ONESTE ED INTELLIGENTI.

Scrivi una replica

News

Vaccini, bocciati tutti i ricorsi presentati dalla Regione Veneto

Tutte le questioni prospettate nei ricorsi della Regione Veneto sull’obbligo dei vaccini non sono fondate. Lo ha stabilito la Corte Costituzionale. I giudici hanno spiegato…

22 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ratko Mladic condannato all’ergastolo per crimini contro l’umanità

Ratko Mladic – ex comandante dell’esercito serbo bosniaco – è stato condannato all’ergastolo dal Tribunale penale internazionale dell’Aja. È stato riconosciuto colpevole di genocidio e…

22 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Zimbabwe, Mnangagwa giurerà venerdì da nuovo presidente

Il nuovo presidente dello Zimbabwe, Emmerson Mnangagwa, giurerà nel corso della cerimonia che si terrà nella giornata di venerdì 24 novembre.…

22 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Usura, Confesercenti-Sos Impresa: “Vittime 200.000 imprenditori”

“Durante la recessione, il mercato del credito illegale ‘a strozzo’ ha raggiunto un giro d’affari di circa 24 miliardi e coinvolge circa 200 mila imprenditori…

22 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia