L’IMPERATIVO E’ GIOCARE D’ANTICIPO. BERLUSCONI: “PAREGGIO DI BILANCIO NELLA COSTITUZIONE” | T-Mag | il magazine di Tecnè

L’IMPERATIVO E’ GIOCARE D’ANTICIPO. BERLUSCONI: “PAREGGIO DI BILANCIO NELLA COSTITUZIONE”

Una conferenza stampa indetta in tutta fretta a Palazzo Chigi per illustrare le urgenti misure volte a fronteggiare la delicata fase economica. Ma anche l’occasione per ribadire un concetto, espresso già in questi giorni: “Nulla di quello che succede si può ascrivere a uno dei governi di qualunque paese, ma riguarda globalmente sistema finanziario”. Il premier Silvio Berlusconi però ammette: “C’è una attenzione particolarissima della speculazione internazionale su di noi a cui bisogna cercare di mettere un argine. Oggi ho parlato con tutti i leader dell’Europa per coordinare una nostra risposta a quello che sta succedendo”. E a breve, annuncia il presidente del Consiglio, avrà un colloquio telefonico anche con il presidente statunitense, Barack Obama (mentre in pochi giorni dovrebbe essere organizzato un G7 dei ministri delle Finanze). Le misure riguardano innanzi tutto l’anticipo del pareggio di bilancio, fissato al 2013 come richiesto proprio oggi dal presidente della Bce, Jean-Claude Trichet. Successivamente una serie di riforme strutturali. “Lavoreremo da subito attraverso il Parlamento per introdurre in Costituzione il principio dell’equilibrio di bilancio”, ha reso noto Berlusconi. Non solo. “Introdurremo in Costituzione anche il principio della libertà in base al quale tutto è consentito per i soggetti economici e per le imprese eccetto quello che non è vietato dalla legge”. Il riferimento è all’articolo 41 della Costituzione, tema caro a Giulio Tremonti: “Modificheremo l’articolo sulle liberalizzazioni, il Parlamento si potrà impegnare con tempestività”. Lo stesso Tremonti, poi, ha annunciato una riforma del mercato del lavoro sulla base di un testo già elaborato “da presentare alle parti sociali” (ieri un primo incontro a Palazzo Chigi tra governo, banche, imprese e sindacati). Questo perché si intende agire su quattro pilastri, due di finanza pubblica e due di crescita e sviluppo. Non è previsto alcun cambiamento alla manovra, è stato infine chiarito, semmai un anticipo di quanto contenuto nel provvedimento. “Tra le misure che sottoporremo in Parlamento e che Tremonti andrà a rappresentare, tra cui un ddl che riguarderà la materia dell’assistenzialismo del sistema fiscale, pensiamo di chiedere a Fini e Schifani di convocare le commissioni ni prossimi giorni”, ha detto ancora Berlusconi.

 

Scrivi una replica

News

Kosovo, ucciso il noto leader della comunità serba

Il leader dei serbi del Kosovo, Oliver Ivanovic, è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco nel corso della mattinata di martedì 16 gennaio a…

16 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, Tusk: “Cuori Ue ancora aperti per Londra”

“A meno che non ci sia un cambiamento di cuore tra i nostri amici britannici, la Brexit diventerà una realtà, con tutte le sue conseguenze…

16 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Moscovici: “Fiducia in Italia, il debito è in calo”

In occasione della conferenza stampa a Parigi il commissario Ue agli Affari economici e monetari, Pierre Moscovici, ha parlato del debito pubblico italiano che seppur…

16 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Germania, inflazione dicembre all’1,6%

Nel mese di dicembre l’inflazione in Germania si è attestata all’1,6% su base annua. Su base mensile invece il rialzo è stato dello 0,8%. Confermato…

16 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia