Allarme bomba al Colosseo. Scattano le polemiche in Campidoglio sulla sicurezza | T-Mag | il magazine di Tecnè

Allarme bomba al Colosseo. Scattano le polemiche in Campidoglio sulla sicurezza

In seguito al finto allarme bomba scattato ieri il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ha subito sollevato il problema sicurezza. Lo fa accusando il ministero dei beni culturali di aver preso alla leggera la sicurezza di uno dei simboli più importanti di Roma e d’Italia, simbolo che ogni anno ospita milioni e milioni di turisti: il Colosseo. L’accusa principale che presenta il sindaco è quella di non aver provvisto l’anfiteatro di metal detector. Nasce qui la polemica, soprattutto perchè fa pensare che il sindaco, addetto anche alla sicurezza, non sappia cosa succede all’interno della sua città. Infatti, i metal detector già c’erano ma sono stati tolti perchè creavano un effetto “tappo”, dando vita a file interminabili. Al battibecco tra Alemanno e ministero partecipa anche la consigliera provinciale del Pd Flavia Leuci che attacca il sindaco: «Più Alemanno e i suoi parlano e più la figuraccia aumenta. Il sindaco si affretta a puntare il dito sul Mibac, come fosse normale che il primo cittadino non abbia un’idea di quali siano i sistemi di sicurezza relativi ad uno dei monumenti più celebri e visitati di Roma. Per quanto riguarda l’esterno di competenza comunale, se le telecamere sono perfettamente attive, come dichiarano dal Campidoglio, è ancora più evidente che qualcosa non funziona e che gli impianti di videosorveglianza non sono sufficienti a garantire la sicurezza. A meno che il finto ordigno non sia stato paracadutato».

 

Scrivi una replica

News

Russia-Stati Uniti, Putin: «Lasciarci alle spalle questo clima da guerra fredda»

«Dobbiamo lasciare dietro le spalle questo clima da guerra fredda, non c’è bisogno dello scontro, la situazione è cambiata, bisogna affrontare le sfide comuni, il…

16 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Trump: «Le relazioni tra Stati Uniti e Russia stanno migliorando»

«Le nostre relazioni non erano mai state peggiori di quanto non lo siano adesso. Tuttavia adesso sono cambiate perché quattro ore fa ci siamo incontrati».…

16 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Commercio, la Cina ricorrerà al Wto contro i dazi imposti dagli Stati Uniti

Il governo cinese ricorrerà al WTO, l’Organizzazione mondiale del commercio, contro la minaccia di dazi aggiuntivi al 10% annunciati dagli Stati Uniti sull’import di prodotti…

16 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Trump: «Andare d’accordo con la Russia è una cosa positiva»

«Non siamo andati molto d’accordo negli ultimi anni, ma credo che avremo un buon rapporto in futuro: andare d’accordo con la Russia è una cosa…

16 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia