CRISI, BERSANI ILLUSTRA LA CONTROMANOVRA | T-Mag | il magazine di Tecnè

CRISI, BERSANI ILLUSTRA LA CONTROMANOVRA

La conferenza stampa indetta dal Pd per presentare la contromanovra inizia con una frecciatina a Berlusconi e Bossi del segretario Pier Luigi Bersani: “I partiti con un padrone vanno nel caos”. Poi si entra nel vivo della manovra. “Venerdì saremo pronti con gli emendamenti alla manovra, non so se la maggioranza lo sarà. Oggi – ha spiegato Bersani – il governo non dice ancora la verità come chiesto dal capo dello Stato, questa manovra è una torta a strati nel 2012 avremo il triplice effetto di tre manovre, quella del 2010, quella di aprile e quella di agosto. Cosa che avrà un effetto recessivo. L’insieme di questa torta a strati porta sul 2014 un effetto pari a 55 miliardi, sopra la misura del pareggio di bilancio che è di 40 miliardi. Quindi il governo deve aggiornare le sue previsioni di bilancio e ci dica che cosa significa ciò che sta facendo. Inoltre si continua a parlare a 20 miliardi tagliabili dalla delega sulla riforma del fisco e dell’assistenza di cui non si sa nulla di più. Finisca il dibattito kafkiano sull’Iva che Tremonti se l’è già mangiata per far fronte ai provvedimenti precedenti”. La contromanovra del Pd, dunque, si basa su dieci punti. “Stiamo organizzando i nostri emendamenti su dieci punti che tengono conto dei saldi e degli impegni presi con l’Europa. I cardini – ha illustrato il segretario del Pd – su cui si articolano i cambiamenti sono i costi della pubblica amministrazione, sviluppo e stimolo alle attività economiche. Il perimetro della Pa va ristretta, noi lavoriamo sulle dismissioni degli immobili sull’asta per le frequenze radio-tv, sull’efficienza energetica e le sue agevolazioni fiscali, sullo sviluppo del Mezzogiorno, abbiamo un pacchetto di proposte sull’evasione fiscale, vogliamo un’imposta ordinaria progressiva sui grandi valori immobiliari, chiediamo un contributo di solidarietà ai capitali scudati, ci occupiamo anche di razionalizzazione del sistema giustizia, e di pensioni. Sulle pensioni vogliamo dire una parola chiara: si vuol parlare di riforma del welfare? Si discuta di questo e non di ripianare buchi di bilancio maneggiando le pensioni. Vogliamo togliere il contributo di solidarietà su chi guadagna più di 90 mila e 150 mila euro. Chiediamo però prima di tutto di poter discutere tutto questo con la maggioranza”.
Bersani è poi intervenuto sul dibattito sui patrimoni della Chiesa che, a suo dire, devono prevedere un’esenzione sugli immobili destinati alle attività della missione, non a quelle commerciali.
Alla domanda di cosa ne pensi delle ultime dichiarazioni di Montezemolo (del quale si fa più insistente l’ipotesi di una sua discesa in campo) sul Pd che non risponderebbe all’appello di Napolitano, Bersani ha ribadito sostanzialmente un concetto già espresso nell’intervista concessa a La Stampa: “Noi allargheremo il nostro appello a forze di sinistra, centrosinistra e di centro, per dare vita alla ricostruzione economica e morale del Paese. Ma si faccia in fretta non c’è tempo per il precampionato”.

 

Scrivi una replica

News

Unione petrolifera: “Consumi in calo nel 2017 dell’1,6%”

“Nel 2017 i consumi petroliferi sono stati pari a 58,5 milioni di tonnellate, con un decremento dell’1,6% (-932.000 tonnellate) rispetto allo stesso periodo del 2016.…

18 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, sussidi disoccupazione ai minimi dal 1973

Sono calate di 41.000 unità le richieste di sussidi alla disoccupazione negli Stati Uniti la scorsa settimana, toccando quota 220.000 e segnando i minimi dal…

18 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ue: “Iva, meno burocrazia per le pmi”

“Più flessibilità e norme comuni sull’Iva per gli Stati, agevolazioni e meno burocrazia per le pmi”. È questa l’ultima misura avanzata dalla Commissione Ue nel…

18 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Banche, Commissione europea: “In Italia ottimi progressi sugli Npl”

Tra i Paesi dell’Unione europea, l’Italia è tra quelli che hanno ottenuto i risultati migliori nella riduzione della propria quota di Npl, i crediti deteriorati.…

18 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia