I GIORNALISTI LIBERI, IL LORO PRIMO PENSIERO ALL’AUTISTA UCCISO DURANTE IL SEQUESTRO | T-Mag | il magazine di Tecnè

I GIORNALISTI LIBERI, IL LORO PRIMO PENSIERO ALL’AUTISTA UCCISO DURANTE IL SEQUESTRO

Il primo pensiero dei quattro giornalisti italiani rapiti, Elisabetta Rosaspina e Giuseppe Sarcina (Corriere della Sera), Domenico Quirico (La Stampa) e Claudio Monici (Avvenire), è per “l’autista ucciso a sangue freddo dai sequestratori”. I quattro sono stati intervistati dall’inviata del Gr Rai in Libia, Carmela Giglio. Monici poi ha spiegato: “È un miracolo se siamo vivi, abbiamo rischiato di essere linciati. Una persona ha capito la situazione e ci ha strappati dalle mani degli assalitori. Ora siamo al sicuro all’hotel Corinthia. Sono senza telefono, senza più denaro. Sono stati tra i momenti peggiori della mia vita, molto più faticosi di altre volte in cui mi sono trovato in situazioni difficili”. Intanto, il presidente della Camera, Gianfranco Fini, ha espresso il proprio sollievo per la positiva e rapida soluzione del rapimento dei quattro giornalisti italiani in Libia.

 

Scrivi una replica

News

Vaccini, bocciati tutti i ricorsi presentati dalla Regione Veneto

Tutte le questioni prospettate nei ricorsi della Regione Veneto sull’obbligo dei vaccini non sono fondate. Lo ha stabilito la Corte Costituzionale. I giudici hanno spiegato…

22 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ratko Mladic condannato all’ergastolo per crimini contro l’umanità

Ratko Mladic – ex comandante dell’esercito serbo bosniaco – è stato condannato all’ergastolo dal Tribunale penale internazionale dell’Aja. È stato riconosciuto colpevole di genocidio e…

22 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Zimbabwe, Mnangagwa giurerà venerdì da nuovo presidente

Il nuovo presidente dello Zimbabwe, Emmerson Mnangagwa, giurerà nel corso della cerimonia che si terrà nella giornata di venerdì 24 novembre.…

22 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Usura, Confesercenti-Sos Impresa: “Vittime 200.000 imprenditori”

“Durante la recessione, il mercato del credito illegale ‘a strozzo’ ha raggiunto un giro d’affari di circa 24 miliardi e coinvolge circa 200 mila imprenditori…

22 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia