Incarico a Monti, adesso è l’ora del riscatto | T-Mag | il magazine di Tecnè

Incarico a Monti, adesso è l’ora del riscatto

di Fabio Germani

Abbiamo un premier in pectore. A ben vedere lo abbiamo da mercoledì, da quando cioè il capo dello Stato ha spiazzato tutti (ma non troppo) sparigliando le carte in tavola e giocando di anticipo sulle varie forze in Parlamento già pronte alla battaglia dopo le dimissioni annunciate di Berlusconi. La nomina a senatore a vita di Mario Monti era stato il capolavoro politico di Napolitano, come tanti commentatori avevano asserito l’indomani. Il momento tanto atteso è giunto al termine di una domenica di colloqui al Quirinale. Napolitano ha dato l’incarico a Monti di formare il nuovo governo; il professore tornerà dal presidente della Repubblica quando avrà terminato le sue consultazioni e avrà sciolto la riserva.
Questa la sintesi del week end più caldo di novembre, scene di giubilo che sabato hanno accompagnato la salita al Colle del Cavaliere a parte. Al contrario, ovunque si rechi in queste ore, Monti viene applaudito e incoraggiato dalle persone che incontra. Spetta a lui, adesso, rilanciare l’immagine dell’Italia e riposizionare il Paese al centro dell’Europa (europeista convinto qual è), dopo mesi e mesi di inettitudine. Alcune misure anticrisi sono contenute nel maxiemendamento dell’esecutivo uscente alla legge di stabilità approvata dalle Camere in fretta e furia tra venerdì e sabato. Ma è poca roba, l’Ue lo ha ricordato più volte nelle ultime ore. Ed è attorno alle convergenze politiche che Monti dovrà lavorare allo scopo di evitare il baratro (copyright Emma Marcegaglia) e varare tutti quei provvedimenti dichiarati nella lettera di intenti presentata a Bruxelles.
Non è nostra intenzione scrivere l’epitaffio politico del Cav (a dire il vero a questo avevamo provveduto con largo anticipo) né tanto meno un’improbabile agiografia. Di sicuro Berlusconi resterà un attore principale nell’attuale fase. Lo ha promesso nel videomessaggio trasmesso (quasi) a reti unificate con cui ha rivendicato il gesto responsabile delle dimissioni per il bene del Paese. Ma le monetine lanciate contro di lui davanti al Quirinale, retaggio di un’altra epoca, sono sintomatiche di un capitolo da chiudere quanto prima. Berlusconismo e antiberlusconismo hanno rappresentato le diverse facce della stessa medaglia. Ora, invece, è il momento di mettere da parte le sterili contrapposizioni e di ripartire. Possibilmente alla svelta.
Ancora un’osservazione. Monti, domenica, ha riferito ai giornalisti che le voci sinora circolate sulla composizione del nuovo governo sono frutto di “pura fantasia”. E poco più tardi Napolitano ha rimproverato, per così dire, quanti sono dediti a dettare tempi e modi: “Se qualcuno si inventa prima che il governo si fa in due ore poi i tempi risultano allungati”. È ancora opportuno, allora, nell’era dei social network e della notizia partecipata, riempire le pagine dei quotidiani di retroscena fuori di senno e spesso privi di fondamento? Il mondo cambia, l’informazione pure.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus: nell’ultima settimana ricoveri triplicati tra i bambini

Nell’ultima settimana circa 400 bambini tra i 5 e gli 11 anni sono stati ricoverati a causa del Covid-19. Il dato è triplicato rispetto ai…

24 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Wikileaks: Assange potrà fare ricorso contro l’estradizione

Julian Assange, fondatore di Wikileaks, potrà fare ricorso alla Corte Suprema britannica contro la sua estradizione negli Usa. Lo ha deciso l’Alta Corte di Giustizia…

24 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Burkina Faso: i militari hanno arrestato il presidente Kaboré

Il presidente del Burkina Faso, Faso Roch Marc Christian Kaboré, 64 anni, stato arrestato da alcuni militari che hanno fatto irruzione nella sua residenza a…

24 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Papa: “Impatto Covid su educazione e giovani”

“In questo momento, nel quale la pandemia di Covid-19 ha prodotto una crisi dai molteplici aspetti, in particolare un forte impatto sull’educazione e sui giovani, vi invito a…

24 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia