Ma l’Italia rialzerà la testa in estate | T-Mag | il magazine di Tecnè

Ma l’Italia rialzerà la testa in estate

di Carlo Buttaroni

Se Monti attuerà le misure giuste, l’Italia rialzerà la testa a partire da luglio. L’onda lunga della precedente gestione della cosa pubblica e gli effetti delle manovre speculative peseranno sulla crescita nazionale, sulla pressione fiscale per aziende e cittadini e sui mercati ancora per diversi mesi. Questa è la nostra analisi di previsione, in qualità di istituto di ricerca Tecnè, l’indomani dell’insediamento del nuovo esecutivo.
Non è plausibile una ripresa in tempi brevi, anzi. Quello che ci aspetta è il semestre in cui l’Italia pagherà più caro il prezzo della crisi mondiale in termini di pressione fiscale, diminuzione del potere d’acquisto, tagli dei servizi, disoccupazione. L’immobilismo del precedente governo non ha fatto che aggravare il compito che oggi Monti si appresta a prendere ufficialmente in carico.
Il compito però del professore valica i confini dell’aggiustamento economico finanziario dello Stato.
La vera sfida del nuovo premier e in concerto con il Parlamento sarà superare la degenerazione culturale e politica, lascito del berlusconismo, e recuperare il senso di responsabilità delle istituzioni. Solo così potrà di nuovo salire la fiducia dei cittadini nei suoi rappresentanti. Inoltre se il governo Monti non si allontanerà dal solco politico ispirato alla costituzione e all’unità tracciato nei mesi scorsi dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, metterà in moto un processo di riparazione del tessuto democratico e acquisizione di buone pratiche politiche che segnerà l’inizio di un nuovo capitolo per il nostro Paese.

 

Scrivi una replica

News

Inflazione, Coldiretti: su aumenti frutta e verdura pesa la siccità

La siccità con il taglio dei raccolti spinge l’inflazione nel carrello della spesa con aumenti che vanno dal +10,8% per la frutta al +11,8% della…

1 Lug 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ue, scatta il rinnovo del programma “Roam-like-at-home” fino al 2032

Nell’Unione europea niente roaming a pagamento fino al 2032. Lo prevede il nuovo regolamento Ue che entra in vigore oggi, venerdì 1° luglio 2022, estendendo…

1 Lug 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

«Oltre un giovane su due è preoccupato per il futuro»

Si dice «incerto» o «preoccupato» per il proprio futuro, il 52,7% degli adolescenti italiani tra i 13 e i 19 anni. Lo rivela l’indagine nazionale…

1 Lug 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ucraina, Stoltenberg: «A Kiev servono armi più pesanti, equipaggiamento più moderno»

All’Ucraina servono «più armi pesanti, equipaggiamento più moderno, che devono essere consegnati più velocemente». Lo ha detto il segretario generale della NATO, Jens Stoltenberg, intervenendo nel corso di…

1 Lug 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia