Tecnologia. Dal pc portatile al tablet | T-Mag | il magazine di Tecnè

Tecnologia. Dal pc portatile al tablet

di Matteo Buttaroni

Intraprendere questo breve viaggio nella storia dei computer, dal portatile al tablet, è meno semplice di quanto si possa immaginare. Iniziamo allora dalla nascita del primo laptop o notebook o, più comunemente, quello che chiamiamo computer portatile. Il notebook non è altro che un display, una tastiera e alimentazione in un unico dispositivo. Il primo computer portatile della storia nacque da un’idea formulata da Alan Kay del 1968, il Xerox PARC, ribattezzato Dynabook. Il primo pc portatile fu però disponibile solo dal 1975, quando, grazie ad IBM che produsse l’IBM 5100. Ma fu solo con lo sviluppo di CPU a 8-bit che la vera e propria diffusione ebbe inizio. Nel 1981, la Osborne Computer Corporation, al West Coast Computer Faire di San Francisco presentò l’Osborne 1, un portatile da 10,7 Kg che, al prezzo di 1.795 dollari, equipaggiava un piccolo schermo da cinque pollici e floppy disk. Il dispositivo si dimostrò purtroppo un fallimento tanto che l’azienda fu costretta a ritirare dal mercato più di centomila esemplari a causa di un difetto di fabbrica. Nello stesso anno dalle fabbriche della Epson uscì l’HX-20: un portatile facilmente trasportabile con schermo LCD, batteria ricaricabile e stampante per scontrini, tutto in 1,6 kg. Ma si ebbe grazie al Dulmont Magnum il primo portatile con chiusura a sportello un dispositivo australiano che venne lanciato nei mercati internazionali nel 1984. Il primo ad essere denominato laptop, proprio dal suo ideatore, fu il Gavilan SC che fu lanciato nel 1983. Varie rivoluzioni si susseguirono dal 1983.
Proprio in quell’anno, infatti, nel Gavilan SC fu introdotto il touchpad, ovvero quel tappetino tattile usato al posto del mouse. Nel 1992, grazie all’IBM ThinkPad 700, fu introdotto il Trackpoint, cioè quella rotellina spugnosa, di cui detiene il brevetto proprio l’IBM, che funge da dispositivo di puntamento. Il Linus Write-Top, invece, introducendo la tecnologia per il riconoscimento della scrittura attraverso tavoletta grafica fu definito il primo tablet della storia. Nel 1990 si cominciò a pensare ad un eventuale risparmio di energia, soprattutto per far durare maggiormente le batterie dei dispositivi portatili, come fece ad esempio l’Intel nel suo i386SL. Altra rivoluzione si ebbe nel 1988 quando nacque lo schermo VGA e quando vennero introdotti i display a colori, per darne un esempio basta ricordare il Compaq SLT/286. Nel 1990 cominciarono ad essere montati all’interno dei notebook i primi hard disk, iniziando con quelli formato 3,5 per arrivare poi ai 2,5. Ma la nascita dei veri e propri computer portatili, come li intendiamo oggi, risale solo al 2000 quando nacquero lettori e masterizzatori CD-ROM. Da qui fino ai giorni nostri vennero diffusi innumerevoli modelli indirizzati a fasce economiche, utilizzi e lavori diversi.
Per i videogiochi il computer più affermato è il Dell Alienware M18x, un notebook fornito di processore Intel Core i7 Extreme Edition, un display Full HD da 18,4″ e doppia GPU. Per i programmi di grafica il più gettonato è il MacBook Pro della Apple. Intorno al 2000, il colosso della Microsoft, Bill Gates, cominciò a parlare di Tablet Pc, ovvero un dispositivo con schermo tattile con al suo interno alimentazione, memoria, processore e tutto il resto. Di tablet ne esistono tre tipi: convertibili, cioè veri e propri computer portatili che graze ad uno snodo girevole si trasformano in “tavolette tutto schermo” con riconoscimento della scrittura; ibridi, ovvero computer portatili con tastiera collegabile a seconda delle preferenze di utilizzo; tablet PC Slate o più comunemente tablet puro, qualche esemplare dispone di tastiera bluetooth, infrarossi o usb, ma la caratteristica di questo tipo di tablet è quella appunto di “non avere tastiere” al di fuori dello schermo. Ed è proprio di quest’ultimo che seguiremo l’evoluzione. La diffusione in larga scala si ebbe grazie ad Apple ed il suo celeberrimo iPad lanciato nel 2010. In realtà il tablet non è così recente come si pensa, il primo, scartando i vari computer portatili con riconoscimento tattile, fu il PoquetPad. Questo dispositivo, nato dalla collaborazione tra Fujitsu e Poquet Corporation, era privo di tastiera ma montava uno schermo sensibile al tatto e un processore NEC V20. Nel 1993 Fujitsu lancia il 325 Point, dispositivo dotato di schermo tattile da 9,4 pollici sensibile al tocco del pennino.
Per tutti gli anni novanta e il primo decennio del 2000 si susseguirono vari modelli, ma nessuno poteva immaginare a che punto tecnologico e innovativo saremmo arrivati. Nel 2010 al Ced di Las Vegas vengono presentati i primi Slate PC. Apple scende in campo con iPad, Samsung lancia invece Galaxy Tab e la guerra ha inizio. Un conflitto portato avanti a colpi di denunce, richieste di ritiro dei prodotti dai vari mercati, compravendita di brevetti, è questo quello che caratterizza la disputa per il primato tra Apple e Samsung. Se le due case detengono il primato delle vendite, non mancano comunque i concorrenti: Acer, Nokia, Sony, Dell, Hp e Amazon sono solo alcune delle grandi aziende che si sono lanciate nella corsa al tablet migliore.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, a livello mondiale i contagi hanno superato i 41,8 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 41.809.596. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

23 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, oltre cento accademici hanno chiesto misure restrittive più drastiche al governo

Oltre cento scienziati e docenti universitari hanno scritto un appello al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e a quello del Consiglio, Giuseppe Conte. Nella lettera,…

23 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

«Negli Stati Uniti, con il coronavirus persi 2,5 milioni di anni di potenziale vita umana»

Circa 2,5 milioni di anni di potenziale vita umana. A tanto ammonta il “costo” del coronavirus negli Stati Uniti. La stima è contenuta in uno…

23 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Regno Unito e Giappone firmano accordo commerciale

È stato siglato oggi il primo accordo commerciale post-Brexit per il Regno Unito. Si tratta dell’intesa con il Giappone (firma avvenuta a Tokyo, presente per…

23 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia