L’Ue contro la violenza sulle donne e sui bambini | T-Mag | il magazine di Tecnè

L’Ue contro la violenza sulle donne e sui bambini

Il Parlamento europeo ha approvato giovedì a larga maggioranza (554 voti a favore, 22 contrari e 88 astensioni) una risoluzione che si impegna a impedire eventuali tagli dei fondi comunitari destinati al programma Daphne contro la violenza sulle donne e sui bambini.
Il programma Daphne fu lanciato nel 1997 ed è l’unico, sino a oggi, volto a proteggere le categorie più deboli. L’eurodeputata portoghese di centrodestra nonché relatrice, Regina Bastos, ha stimato i costi riguardanti le violenze domestiche in 16 miliardi di euro l’anno.
Non solo. I deputati hanno sottolineato come diversi studi abbiano rilevato che una donna su quattro in Europa ha subito almeno una violenza fisica nella sua vita e più di una su dieci una violenza sessuale.
Per quanto riguarda i bambini risulterebbe invece che almeno il 26% ha subito una violenza fisica durante l’infanzia. Dunque la risoluzione del Parlamento europeo chiede in aggiunta di rafforzare l’azione comunitaria fino a sradicare la violenza di genere. Anche perché le donne non possono vantare le medesime tutele contro la violenza in tutti i Paesi membri dell’Unione.
“La lotta contro le violenze continua a essere una priorità, specialmente quando si tratta di violenze commesse da adulti, negli asili o utilizzando i social media”, ha spiegato Bastos. “Tra il 2014 e il 2020 – ha quindi aggiunto – Daphne farà parte del nuovo programma per i diritti dei cittadini. È vero che avremmo preferito mantenere il nome, ma le cose non cambieranno a livello sostanziale e la sua visibilità crescerà maggiormente. Sarà anche importante migliorare la distribuzione tra diversi Stati membri, semplificare le procedure amministrative e svolgere un lavoro di sensibilizzazione nelle scuole, nel settore medico, nella polizia e nel sistema giuridico”.

 

Scrivi una replica

News

Gentiloni: “Siamo finalmente tornati a crescere”

“L’Italia finalmente è tornata alla crescita economica, con una crescita tendenziale dell’1,8% quest’anno, che è molto importante non per la cifra in sé ma perché…

20 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Elezioni, Orlando: “Mdp vuole parlare? Meglio iniziare a farlo adesso”

Se il Movimento Democratico e Progressista “vuol parlare dopo, sarebbe meglio cominciare a farlo adesso”. Lo ha detto il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, commentando…

20 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Calcio, Carlo Tavecchio si è dimesso dalla presidenza della Figc

“Carlo Tavecchio si è appena dimesso dalla presidenza della Figc”. Lo ha annunciato il presidente dell’Aia, Marcello Nicchi, uscendo dal consiglio federale. “Ambizioni e sciacallaggi…

20 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Kenya, convalidata l’elezione di Kenyatta. È presidente

La Corte Suprema del Kenya ha convalidato l’elezione di Uhuru Kenyatta, respingendo i due ricorsi presentati dall’opposizione. A settembre la Corte Suprema aveva annullato per…

20 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia