Il nuovo habitat tecnologico in Italia | T-Mag | il magazine di Tecnè

Il nuovo habitat tecnologico in Italia

Negli ultimi dodici mesi gli italiani hanno ordinato o comprato merci e/o servizi su internet soprattutto nel settore del turismo, quindi pernottamenti per vacanze (41,7%) e spese di viaggio (39,1%). Seguono poi abiti, articoli sportivi (30,2%), libri, giornali e riviste (27,5%).
Nella fascia di età 6-10 anni il 36,7% utilizza internet. Gli utenti che accedono alla Rete sono soprattutto 18enni e 19enni i quali rappresentano il 90,4% del campione, ma nel complesso è il 52,2% degli italiani a usare il pc e il 51,2% a utilizzare internet.
Si fa sentire il divario nord-sud per quanto riguarda i beni tecnologici posseduti per famiglia. Ad esempio alla voce “accesso a internet” il 58,1% si attesta al centro, il 56,8% nel nord est e il 57% nel nord ovest fino a scendere al 49 delle isole e al 48,6% del sud. Rapporti analoghi per quanto riguarda la connessione a banda larga, nonostante le percentuali su base nazionale siano inferiori usufruendone il 45,8% delle famiglie. Anche l’utilizzo di cellulari è maggiore al nord che al sud, ma la media nazionale raggiunge il 91,6%. Possiedono un pc il 58,8% delle famiglie italiane.
“Grazie ai progressi, soprattutto nel campo tecnologico – osserva Carlo Buttaroni, presidente Tecnè -, abbiamo più campi di esplorazione e scelte da poter compiere. Viviamo l’esperienza di un’esistenza più lunga e piena, di distanze più brevi, di un tempo più veloce. Ma forse il nostro modo di “essere” è inadatto al nostro modo di “vivere”. Aver inserito apparati tecnologici nella vita di tutti i giorni, non ha fatto venir meno la necessità di dare significato all’esistenza, di rafforzare un sistema di valori condivisi, di cercare un significato nello stare insieme ai nostri simili che sia diverso dall’occupare un luogo o un tempo.
Ci siamo illusi che la tecnologia sarebbe stata capace di dare risposte alle nostre esigenze di relazioni. Un’aspettativa che abbiamo pagato a caro prezzo. Perché insieme alla crescita della complessità tecnologica si è diffusa anche una cultura del risparmio emotivo che ha generato nuove forme di disagio sociale legate alla solitudine, all’apatia, alla malinconia”.

Di seguito il quadro completo dell’elaborazione Tecnè, Il nuovo habitat tecnologico.

 

1 Commento per “Il nuovo habitat tecnologico in Italia”

  1. […] degli italiani dichiara di aver comprato medicine in rete, secondo lo studio di Tecnè Italia Nuovo habitat tecnologico. Il ministero della Salute, tuttavia, ha fatto sapere che in questo settore dal 2005 ad oggi sono […]

Scrivi una replica

News

Ema, Madrid:”Nessun accordo con l’Italia”

“Abbiamo parlato con l’Italia della possibilità di arrivare ad un accordo, ma non abbiamo concluso alcun accordo. Così siamo andati avanti nel rispetto dei nostri…

21 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Zimbabwe, si è dimesso il presidente Robert Mugabe

Il presidente, Robert Mugabe, si è dimesso, dopo che il suo partito gli aveva chiesto di farlo entro le 11 ora italiana di oggi. Così…

21 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, Davis: “Il ‘no deal’ è ancora possibile”

“Il non raggiungimento di un accordo sulla Brexit tra Regno Unito e Ue, il cosiddetto ‘no deal’, è ancora possibile”. Lo ha detto il ministro…

21 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Iraq, camion-bomba provoca 20 morti

Un camion-bomba esploso nel nord dell’Iraq ha provocato la morte di almeno 20 persone. Lo ha riferito la televisione libanese Al Mayadin citando fonti della…

21 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia