Usa 2012. Gli spot elettorali dei candidati/6 | T-Mag | il magazine di Tecnè

Usa 2012. Gli spot elettorali dei candidati/6

di Fabio Germani

Le primarie repubblicane che rientrano nel vivo con l’imminente voto del Michigan e dell’Arizona si stanno rivelando un boomerang per Mitt Romney, il quale da super favorito ha dovuto fare i conti dapprima con Newt Gingrich e ora con Rick Santorum che i sondaggi hanno premiato nelle ultime settimane soprattutto dopo la tripletta del 7 febbraio in Missouri, Minnesota e Colorado. Non è troppo un caso, quindi, il cambio di strategia comunicativa dell’ex governatore del Massachusetts. Se in principio era la politica del presidente Obama il principale oggetto di attenzione dello sfidante repubblicano più accreditato, adesso anche Romney si è lasciato andare alla negative political advertising che al contrario aveva caratterizzato maggiormente la campagna degli altri candidati quali lo stesso Gingrich (la sua è parsa una vera e propria ossessione nei confronti di Romney) e Ron Paul (nonché Rick Perry, fino a quando ha preso parte alla corsa).
Ed ecco dunque che i due, Romney e Santorum, si punzecchiano a vicenda.

Non che Santorum sia da meno nella negative ads, anzi. Basta guardare lo spot-parodia Rombo per farsene un’idea. Il finto Romney più che un improbabile Rambo ricorda un po’ Leslie Nielsen nei panni del tenente Frank Drebin in Una pallottola spuntata. Ma senza lieto fine, si intende.

Terminati gli attacchi frontali c’è da pensare al voto Stato per Stato. E per Romney, ad ogni modo, non poteva mancare un richiamo al “suo” Michigan. L’ex governatore del Massachusetts è infatti nativo di Detroit.

Newt Gingrich, infine, in un lungo video spiega il suo piano per le politiche energetiche e come queste ultime potranno alimentare l’economia e migliorare la sicurezza nazionale degli Stati Uniti.

 

Scrivi una replica

News

Beirut: “Saltato il contratto per il gas con Mosca”

“Eravamo praticamente sul punto di firmare il nostro primo contratto per lo sviluppo di giacimenti di gas grazie alla partecipazione di compagnie russe: ora stiamo…

17 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Usa: “In Europa c’è un alto rischio di attacchi dell’Isis”

“Gli incidenti in Francia, Russia, Svezia, Gran Bretagna, Spagna e Finlandia dimostrano che l’Isis e i suoi affiliati hanno la capacità di pianificare e compiere…

17 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, May: “Sono fiduciosa che si possa passare alla seconda fase”

“Sono fiduciosa che il mese prossimo i leader Ue possano dare il via libera alla seconda fase dei negoziati sulla Brexit”. Lo ha detto Theresa…

17 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, Davis: “Offerto compromesso all’Ue”

“La Gran Bretagna ha offerto alcuni compromessi creativi in sede di negoziato sulla Brexit ma non sempre ha trovato disponibilità da parte dell’Ue”. Lo ha…

17 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia