Intercettazioni, Grasso: “I magistrati di Palermo hanno agito in buona fede” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Intercettazioni, Grasso: “I magistrati di Palermo hanno agito in buona fede”

“I magistrati di Palermo hanno agito in buona fede, secondo come ritenevano fosse giusto applicare la legge. Ora la questione è in buone mani, deciderà la Consulta”. In questo modo il procuratore nazionale antimafia, Pietro Grasso, ha commentato nella giornata di martedì il conflitto tra il Quirinale e la procura di Palermo.
“È una questione giuridica – ha quindi osservato Grasso -, il nostro ordinamento non prevede una norma specifica, bisogna aspettare il giudizio della Consulta. Il capo dello Stato non può essere intercettato, lo è stato in modo occasionale. È giusto che un giudice terzo, la Consulta, decida come bisogna comportarsi in questi casi”.

 

Scrivi una replica

News

Pence: “È un grande onore essere a Gerusalemme”

“È un grande onore per me essere a Gerusalemme capitale di Israele”, così il vicepresidente americano Mike Pence in occasione dell’incontro con il premier israeliano…

22 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Elezioni, Salvini: “L’Italia non ha bisogno di garanti a Bruxelles”

“L’Italia non ha bisogno di garanti, siamo una Repubblica libera e sovrana che è stata calpestata dagli interessi di Bruxelles e Berlino, quindi sono gli…

22 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Titoli di Stato: spread Btp/Bund a 136,4 punti

All’avvio dei mercati finanziari lo spread tra Btp e Bund si è attestato a quota 136,4 punti,…

22 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Bankitalia vede al rialzo le stime di crescita dell’Italia

La Banca d’Italia ha rivisto al rialzo le stime di crescita dell’economia italiana. Nel bollettino economico, Bankitalia ha scritto che il Prodotto interno lordo crescerà…

19 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia