Siria, attentato suicida a un palazzo della sicurezza nella capitale | T-Mag | il magazine di Tecnè

Siria, attentato suicida a un palazzo della sicurezza nella capitale

Un attentatore suicida si è fatto esplodere a Damasco nei pressi di un palazzo della sicurezza nazionale. Lo riporta BBC News, aggiungendo che l’attacco è avvenuto nel distretto di Rawda durante un incontro tra ministri ed ufficiali della sicurezza. Non sono ancora stati comunicati i dettagli a proposito delle vittime, ma il quartiere è stato transennato e chiuso al pubblico.
L’attentato è solo l’ultimo esempio degli scontri che proseguono in città, i quali includono un casermone in fiamme in prossimità del palazzo presidenziale. Gli ufficiali del governo siriano tuttavia respingono qualsiasi affermazione di un’offensiva lanciata dai ribelli.
Nel frattempo, alla vigilia del voto del Consiglio di Sicurezza dell’Onu, gli inviati delle Nazioni Unite stanno tentando di persuadere la Cina e la Russia ad imporre sanzioni più severe alla Siria. I paesi occidentali vorrebbero infatti presentare una risoluzione che preveda il ritiro delle truppe siriane e dell’artiglieria pesante dalle principali città, pena l’intervento militare nel paese.

 

Scrivi una replica

News

Ue, Di Maio: «L’Italia non ratificherà il Ceta»

L’Italia non ratificherà il CETA, il trattato di libero scambio negoziato tra Canada e Unione europea. Così il ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro,…

13 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Trump: «Regno Unito e Stati Uniti stringeranno un accordo di libero scambio»

Stati Uniti e Regno Unito creeranno un’area di libero scambio. Lo ha annunciato il presidente statunitense, Donald J.Trump, intervenendo in occasione del suo incontro con…

13 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conti pubblici, Bankitalia: «A maggio debito pubblico in aumento a 2.327 miliardi»

A maggio 2018, il debito pubblico italiano ha raggiunto i 2.327 miliardi di euro. Lo rende noto la Banca d’Italia attraverso la diffusione del supplemento…

13 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Bitcoin, Uif: «La criminalità organizzata si serve anche delle valute virtuali»

La criminalità organizzata si serve anche delle «valute virtuali» per «il reinserimento dei proventi illeciti nell’economia regolamentata». Così il direttore della Unità di informazione per…

13 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia