Francia, ministro del Bilancio critica lo stipendio di Ibrahimovic: “Cifre indecenti” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Francia, ministro del Bilancio critica lo stipendio di Ibrahimovic: “Cifre indecenti”

“Queste cifre sono impressionanti e indecenti”. Così il ministro del Bilancio francese, Jerome Cahuzac, ha commentato l’ingaggio del neo acquisto del Psg, Zlatan Ibrahimovic.
L’attaccante svedese, ex Milan, percepirà 15 milioni di euro a stagione, uno stipendio “indecente in un momento in cui tutto il mondo dovrebbe fare uno sforzo a causa delle conseguenze di una terribile crisi finanziaria che ha colpito i mercati”, ha aggiunto il ministro nel corso del suo intervento a Radio Europe 1. “Si temono – ha concluso – conseguenze disastrose, perché sappiamo che molti club europei hanno i bilanci in rosso e parecchi sono assillati dai debiti”.

 

Scrivi una replica

News

Alitalia, Gubitosi: “La compagnia ha tanti soldi in cassa”

Alitalia “ha tanti soldi in cassa”. Lo ha detto il commissario straordinario della compagnia, Luigi Gubitosi, replicando alle domande dei parlamentari nel corso di un’audizione…

22 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Manovra, Ue: “Non annacquare le sue disposizioni principali”

“Riconosciamo che l’Italia ha fatto molti sforzi di recente per la competitività e la crescita”, ma “è cruciale” che adotti la manovra 2108 “senza annacquare…

22 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Vaccini, bocciati tutti i ricorsi presentati dalla Regione Veneto

Tutte le questioni prospettate nei ricorsi della Regione Veneto sull’obbligo dei vaccini non sono fondate. Lo ha stabilito la Corte Costituzionale. I giudici hanno spiegato…

22 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ratko Mladic condannato all’ergastolo per crimini contro l’umanità

Ratko Mladic – ex comandante dell’esercito serbo bosniaco – è stato condannato all’ergastolo dal Tribunale penale internazionale dell’Aja. È stato riconosciuto colpevole di genocidio e…

22 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia