“Nuovo Sindaco Cercasi”, Prestipino: “Alternativa alle logiche d’apparato” | T-Mag | il magazine di Tecnè

“Nuovo Sindaco Cercasi”, Prestipino: “Alternativa alle logiche d’apparato”

“Mi auguro che le primarie per il nazionale e quelle per il sindaco di Roma avvengano nello stesso giorno, quello che io chiamo il ‘Primarie Day’. Ho creduto alle primarie sin dal primo giorno. Mi sono sentita tradita dalle aspettative politico culturali della gestione di Bersani dalla quale dissento, non mi appartiene più quella logica d’apparato”. E’ quanto dichiara l’assessore alla Provincia di Roma per le Politiche del Turismo, dello Sport e Giovanili, Patrizia Prestipino, candidata del Pd alle primarie per la carica di sindaco della Capitale, alle telecamere di T-MagTV nell’ambito del progetto Nuovo Sindaco Cercasi.
“Credo che il Pd debba avere caratteristiche di apertura culturale, pluralismo e non settorialità – ha proseguito Prestipino -. E’ il primo partito del panorama politico d’Italia, deve aprirsi alle istanze rinnovate di questo momento storico, deve smettere di litigare all’interno di una stanza chiusa. Deve tornare a stare in mezzo alla gente, ascoltare e rinnovare la sua classe dirigente scegliendo tra i suoi amministratori locali che sono i più amati dai cittadini e i più vitali nel partito”.
Duro anche il giudizio sull’attuale amministrazione comunale. “Alemanno ha perso un’occasione storica: dimostrare che una destra riformista poteva, e lo dico senza pregiudizi ideologici, amministrare Roma. Ha fallito sia nella scelta della sua classe dirigente, travolta dagli scandali, sia nell’amministrazione quotidiana. Ha dimostrato più di essere un sindaco pronto a pagare cambiali per quello che gli era stato dato in campagna elettorale che a scegliere nel merito i suoi collaboratori. Fallimentare la gestione quotidiana: sul decoro, sula pulizia, sul welfare. Roma si è impoverita, incattivita, è sempre più spenta senza più attività vitale e culturale. Le persone sono sempre più deboli”.
Convinta animalista, Prestipino propone un “diritto di priorità” per i più deboli: “Chi ha disagio economico e sociale, i malati, i disabili, gli anziani fragili , deve essere prioritario nell’interesse dell’amministrazione. In questo momento di recessione lasciare sole le persone deboli è un reato alla persona”.
Il programma dell’assessore è “interattivo”: “Il punto di partenza è la garanzia dei pari diritti, visto che siamo il fanalino di coda in Europa. Poi lavoreremo sui temi di grande consistenza amministrativa: la tutela dell’ambiente, il traffico, il decoro, la mobilità. Presenteremo un grande contenitore programmatico che si andrà man mano riempiendo con i suggerimenti che i cittadini ci daranno online”.

La precedente puntata: “Nuovo Sindaco Cercasi”, Tersigni: “Matrimoni gay? Nessun problema”

 

Scrivi una replica

News

Libia, Moavero: «Ue si tenga pronta a intervenire in caso di eventuali flussi migratori»

«Nei giorni scorsi ho scritto alla Commissione europea che si tenga pronta all’azione nel caso si dovessero verificare flussi consistenti e improvvisi di migranti dalla…

24 Apr 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Arabia Saudita, eseguite trentasette condanne a morte

Trentasette persone sono state condannate a morte, in Arabia Saudita. Le condanne sono state eseguite martedì, una delle quali per crocifissione. Il regime saudita ha…

24 Apr 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Libia, Sarraj: «La Francia sostiene Haftar»

Il premier libico Fayez al-Sarraj ha accusato la Francia di sostenere il generale Khalifa Haftar. «Siamo sorpresi del fatto che la Francia non sostenga il…

24 Apr 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: «Export in calo dello 0,4% a marzo»

«A marzo 2019 si stima una lieve flessione congiunturale per le esportazioni (-0,4%) e un contenuto aumento per le importazioni (+0,4%). La flessione congiunturale delle…

24 Apr 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia