Carceri, Cassazione: “Nessuna giustificazione per gli abusi sui detenuti” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Carceri, Cassazione: “Nessuna giustificazione per gli abusi sui detenuti”

La Cassazione è decisa a non giustificare più gli agenti di polizia penitenziaria che, in alcuni casi e sostenendo di voler dare un “segnale forte e chiaro” a chi è detenuto, se la prendono con i singoli carcerati perpetrando nei confronti di questi ultimi ogni genere di abuso, picchiandoli, lasciandoli nudi alle intemperie o privandoli della razione giornaliera di cibo.
Nessuna giustificazione a queste vessazioni – spiegano i supremi giudici nella sentenza 30780 su una vicenda avvenuta nel casa circondariale di Asti in Piemonte – per le quali, invece, si devono formulare accuse a prescrizione lunga: maltrattamenti insieme alle lesioni.

 

Scrivi una replica

News

Brexit, Tusk: «Uno scenario di non accordo è più probabile rispetto al passato»

Sulla Brexit «dobbiamo restare fiduciosi e determinati, poiché c’è volontà di continuare questi negoziati da entrambe le parti». Lo ha scritto il presidente del Consiglio…

16 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Manovra, Juncker: «Una deviazione dell’Italia sarebbe inaccettabile per altri Paesi»

«Se accettassimo il derapage» previsto dalla manovra rispetto alle regole europee «alcuni Paesi ci coprirebbero di ingiurie e invettive con l’accusa di essere troppo flessibili…

16 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conte: «Serve una gestione condivisa per i migranti»

«Il Consiglio europeo arriva in un momento in cui i cittadini attendono dall’Ue risposte concrete. Le elezioni europee porteranno a una nuova Commissione: dovremo lavorare…

16 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conte: «Bisogna ridurre il gap di crescita con l’Ue»

«È fondamentale per il nostro Paese ridurre il gap di crescita con l’Ue orientando la spesa verso equilibrio e stabilità». Così il primo ministro, Giuseppe…

16 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia