L’uomo più veloce del mondo e il racconto più commovente | T-Mag | il magazine di Tecnè

L’uomo più veloce del mondo e il racconto più commovente

Nelle propria intimità nessuno credeva che lui, Usain Bolt, l’uomo più veloce del mondo, potesse non farcela. Ma alla vigilia si percepiva, soprattutto tra gli addetti ai lavori, quella strana mania di mettere tutto in discussione. Che può valere (e spesso ci si azzecca anche) per le persone normali, non per Usain Bolt.
Il campione giamaicano era arrivato a Londra dopo un anno non facilissimo. Ai Trials il connazionale Yohan Blake lo aveva superato sia nei 100 che nei 200 e tra gli statunitensi in molti erano decisi a dare a Bolt del filo da torcere. Bolt non si è mai scomposto in vista dell’impegno di Londra. E in 9” 63 ha stracciato gli avversari, bissando l’oro di Pechino e raggiungendo il record olimpico. Non quello mondiale, ottenuto a Berlino nel 2009 (9” 58). Il resto è ancora Usain Bolt: il suo modo strambo di esultare, la danza, i festeggiamenti (suoi e di un intero Paese).
Il volto delle due Giamaiche: Bolt e Blake (giunto secondo) da una parte, Asafa Powell dall’altra. Quest’ultimo, alle prese da tempo con delle noie fisiche, si ferma ben prima di tagliare il traguardo e quasi in lacrime arriva ultimo. Alcuni giorni fa si era lamentato per i continui controlli antidoping, anche di sera quando era già a dormire. Storie da Olimpiadi.
E infine c’è il racconto più commovente: quello di Oscar Pistorius, l’atleta sudafricano che corre su due protesi in fibra di carbonio. Alla seconda semifinale dei 400 metri arriva ultimo. Ma l’Olympic Stadium è tutto per lui. Il pubblico sugli spalti non si cura di chi ha vinto la gara, ma di Pistorius. Per il sudafricano è un’ovazione al quale l’atleta risponde con un inchino. “La mia esperienza olimpica – ha dichiarato al termine della corsa – è da andare fuori di testa, ho veramente realizzato un sogno. Il mio obiettivo qui era la semifinale e l’ho centrato”. Due storie agli antipodi, certo. Ma in entrambi i casi Bolt e Pistorius sanno come scaldare il cuore della gente.

F. G.

 

Scrivi una replica

News

L’agenzia Moody’s taglia il rating dell’Italia a Baa3

L’agenzia Moody’s ha tagliato il rating dell’Italia a Baa3 (da Baa2, con outlook stabile), si tratta del gradino appena sopra il livello spazzatura. La decisione…

19 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Salvini: «Il governo va avanti, però la pazienza ha un limite»

«Il governo va avanti, certo, ci mancherebbe altro. Però la pazienza ha un limite. Adesso finire come Lega in mezzo alle beghe dei Cinquestelle, no.…

19 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conte a Mosca il 24 ottobre per incontrare Putin

«Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte sarà a Mosca il 24 ottobre e incontrerà il presidente della Federazione russa Vladimir Putin e il primo ministro…

19 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Martina: «La manovra va tutta corretta. L’Italia sta rischiando grosso»

«La manovra va corretta in modo radicale. Conte dice che la manovra è bella, ma sono senza parole: c’è un limite a tutto». Lo ha…

19 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia