Riforma elettorale, Napolitano: “E’ un impegno inderogabile” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Riforma elettorale, Napolitano: “E’ un impegno inderogabile”

La riforma della legge elettorale è un impegno inderogabile, basta rinvii. Questo, in sostanza, il pensiero del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che, in colloquio con l’Unità, si è detto “inquieto nel non vedere ancora vicine ad un approdo le discussioni su una nuova legge elettorale”.
“Rimane ancora bloccato il progetto di sia pur delimitate modifiche costituzionali che era stato concordato prima di un’ improvvisa virata sul tema così divisivo di un improvvisato cambiamento in senso presidenzialistico della Costituzione”, ha notato il capo dello Stato.
Inoltre, Napolitano ha annunciato l’intenzione di “seguire più da vicino il processo che dovrebbe portare all’attuazione dell’impegno ormai inderogabile di non tornare alle urne con la legge elettorale del 2005”.

 

1 Commento per “Riforma elettorale, Napolitano: “E’ un impegno inderogabile””

  1. Carolus

    E dai con la legge elettorale! Piacerebbe ai compagni che venisse fatta secondo gli interessi della sinistra che vorrebbe che venisse premiata tutta la coalizione. Inclusi quindi i partitelli SEL e UDC.
    Inoltre i così detti democratici non vogliono le preferenze per poter fare dopo i loro comodi !
    Ovviamente Napolitano ignora altri impegni mai mantenuti, come il taglio del numero dei parlamentari e delle loro vergognose prebende.
    Nel frattempo si incazza perché ha subito delle intercettazioni, scordandosi come e quanto sono stati dati in pasto alla stampa rappresentanti della destra. E’ facile tacere quando fa comodo !

Scrivi una replica

News

Brexit, Tusk: «Uno scenario di non accordo è più probabile rispetto al passato»

Sulla Brexit «dobbiamo restare fiduciosi e determinati, poiché c’è volontà di continuare questi negoziati da entrambe le parti». Lo ha scritto il presidente del Consiglio…

16 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Manovra, Juncker: «Una deviazione dell’Italia sarebbe inaccettabile per altri Paesi»

«Se accettassimo il derapage» previsto dalla manovra rispetto alle regole europee «alcuni Paesi ci coprirebbero di ingiurie e invettive con l’accusa di essere troppo flessibili…

16 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conte: «Serve una gestione condivisa per i migranti»

«Il Consiglio europeo arriva in un momento in cui i cittadini attendono dall’Ue risposte concrete. Le elezioni europee porteranno a una nuova Commissione: dovremo lavorare…

16 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conte: «Bisogna ridurre il gap di crescita con l’Ue»

«È fondamentale per il nostro Paese ridurre il gap di crescita con l’Ue orientando la spesa verso equilibrio e stabilità». Così il primo ministro, Giuseppe…

16 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia