Spot elettorali/19 | T-Mag | il magazine di Tecnè

Spot elettorali/19

di Fabio Germani

I sondaggi continuano a rilevare un sostanziale testa a testa tra Barack Obama e Mitt Romney, anche se in alcuni casi sembra più netto il vantaggio del presidente uscente. In tre Stati considerati in bilico Obama è indietro in Colorado, ma mantiene un discreto vantaggio in Viriginia e Wisconsin. Più in generale, stando ad una rilevazione del Washington Post e di Abc News, Romney non è riuscito a scaldare i cuori degli elettori non più di quanto abbia fatto prima di essere certo di ottenere la nomination. Infatti dalla sua avrebbe circa il 40% tra coloro che hanno manifestato considerazioni positive nei suoi confronti. Al contrario la percentuale di pareri negativi negli ultimi tempi sarebbe cresciuta dal 45 al 49% (e nel frattempo sta emergendo sui media una ambigua storia di denaro raccolto in maniera non proprio pulita al momento del lancio di Bain Capital). E’ questo, dunque, il periodo in cui i candidati tentano di mostrare i lati peggiori l’uno dell’altro al fine di veicolare il giudizio degli incerti (tipica espressione della negative political advertising) tentando così di sovvertire i pronostici. L’ex governatore del Massachusetts, mormone, è reduce dal tour all’estero di fine luglio e prendendo spunto dalla visita in Polonia affronta il presidente sul campo della religione.

Ma è sul tema del welfare, però, che i due si sono confrontati maggiormente in questi giorni.

Si era già detto di come Romney sia più abile a reperire fondi per la campagna elettorale (le casse del team repubblicano possono vantare somme superiori a quelle dello staff presidenziale). Obama è tuttavia più scaltro nel racimolare le piccole donazioni e l’ultima avverrà al fianco dell’ex campione di basket Michael Jordan il 22 agosto (e poco importa se Donald Trump insiste con il dire che il presidente in verità non è un cittadino statunitense). Intanto la Planned Parenthood, ente abortista che gode di finanziamenti federali, è un altro argomento molto dibattuto nella campagna di Obama e Romney.

Altra questione cara alla Casa Bianca: l’autosufficienza energetica anche grazie all’utilizzo delle rinnovabili. In questo video-spot si tende a evidenziare quanto siano necessarie politiche che vadano in questa direzione.

Suggestivo, come del resto avviene spesso nella campagna di Obama, lo “spottone” dei volontari diffuso recentemente, a cento giorni dall’election day.

 

Scrivi una replica

News

Commercio, a giugno export dei prodotti industriali in crescita

«A giugno 2018 si stima una crescita congiunturale per le esportazioni (+4,6%) e un più contenuto aumento per le importazioni (+0,3%). Il sostenuto incremento congiunturale…

10 Ago 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Regno Unito, nel secondo trimestre Pil in crescita dello 0,4% su base mensile

Nel secondo trimestre 2018, il Prodotto interno lordo del Regno Unito è cresciuto dello 0,4% su base mensile. Lo rende noto l’Office for Nationals Statistics,…

10 Ago 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Giappone, Pil in crescita dello 0,5% nel secondo trimestre

Il Pil del Giappone nel secondo trimestre del 2018 ha registrato una crescita dello 0,5% su base trimestrale e dell’1,9% su base annuale. I dati…

10 Ago 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Trump: «Usa raddoppia dazi su metalli della Turchia, passando dal 10 al 20%»

«Ho appena autorizzato un raddoppio dei dazi sull’acciaio e l’alluminio della Turchia in quanto la loro valuta, la lira turca, è in rapido calo nei…

10 Ago 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia