Stati Uniti, Google paga 22 milioni di penale per violazione privacy utenti Safari | T-Mag | il magazine di Tecnè

Stati Uniti, Google paga 22 milioni di penale per violazione privacy utenti Safari

Per evitare l’apertura di un’inchiesta dai risvolti pericolosi, Google ha accettato di sottoscrivere un costosissimo accordo raggiunto con la Federal Trade Commission(FTC). Secondo quanto prevede l’intesa raggiunta, per ottenere la chiusura del caso con al centro il tracciamento effettuato attraverso il browser Safari all’insaputa dei netizen, Google dovrà pagare una penale di 22,5 milioni di dollari e poi procedere alla rimozione dei “cookie per il tracciamento contestategli”.
Il caso era nato da un’inchiesta condotta dal Wall Street Journal che aveva rilevato come Google avesse sfruttato un exploit nel codice di Safari per far sì che il browser di Apple salvasse un cookie passivo all’insaputa degli utenti dietro richiesta di siti terzi, senza bisogno di interazione da parte degli utenti stessi.

 

Scrivi una replica

News

Dombrovskis: «Il governo italiano sta andando contro gli impegni presi»

«L’Europa è costruita sulla cooperazione, l’Eurozona è costruita su stretti legami di fiducia con regole che sono le stesse per tutti, quindi se la fiducia…

23 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

La Commissione europea ha bocciato la manovra

La Commissione Ue ha rigettato il Documento programmatico di bilancio illustrato dal governo italiano e ne ha chiesto uno nuovo, che dovrà essere presentato entro…

23 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mattarella: «Imparare la lingua italiana è una priorità per coloro che sono giunti in Italia di recente»

«Per coloro che sono giunti in Italia di recente, la lingua rappresenta il primo strumento nel cammino di integrazione. Importante e prezioso è il ruolo…

23 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Dl Fiscale, il testo è stato firmato dal presidente della Repubblica

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha firmato il decreto fiscale. Il testo è arrivato al Quirinale dopo il via libera della Ragioneria. Tra le…

23 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia