Fiat, per i giudici deve riassumere i 145 lavoratori iscritti alla Fiom | T-Mag | il magazine di Tecnè

Fiat, per i giudici deve riassumere i 145 lavoratori iscritti alla Fiom

La Corte di Appello di Roma ha respinto la richiesta di sospensiva dell’ordinanza che impone alla Fiat di assumere 145 lavoratori a Pomigliano iscritti alla Fiom. Il tribunale già in una sentenza pronunciata a giugno aveva dato ragione al sindacato, imponendo le assunzioni. Il Lingotto aveva depositato il ricorso presso la Corte di appello e per prima cosa aveva chiesto una sospensiva della efficacia della decisione. Il tribunale ha così respinto la richiesta di sospensiva.

 

1 Commento per “Fiat, per i giudici deve riassumere i 145 lavoratori iscritti alla Fiom”

  1. Carolus

    Grazie Landini, con la tua politica stai aiutando la Fiat a prendere la sola decisione possibile: andarsene dall’Italia.
    grazie Landini, quello che tu e i tuoi compagni state facendo convinceranno le imprese straniere che investire in Italia è da pazzi e incoscienti in presenza di gente che vive ancora all’ombra di bandiere rosse con falce e martello.

Scrivi una replica

News

Commercio, a giugno export dei prodotti industriali in crescita

«A giugno 2018 si stima una crescita congiunturale per le esportazioni (+4,6%) e un più contenuto aumento per le importazioni (+0,3%). Il sostenuto incremento congiunturale…

10 Ago 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Regno Unito, nel secondo trimestre Pil in crescita dello 0,4% su base mensile

Nel secondo trimestre 2018, il Prodotto interno lordo del Regno Unito è cresciuto dello 0,4% su base mensile. Lo rende noto l’Office for Nationals Statistics,…

10 Ago 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Giappone, Pil in crescita dello 0,5% nel secondo trimestre

Il Pil del Giappone nel secondo trimestre del 2018 ha registrato una crescita dello 0,5% su base trimestrale e dell’1,9% su base annuale. I dati…

10 Ago 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Trump: «Usa raddoppia dazi su metalli della Turchia, passando dal 10 al 20%»

«Ho appena autorizzato un raddoppio dei dazi sull’acciaio e l’alluminio della Turchia in quanto la loro valuta, la lira turca, è in rapido calo nei…

10 Ago 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia