Bahrein, Amnesty: “Una giornata nera per la giustizia, arrestato per una manifestazione” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Bahrein, Amnesty: “Una giornata nera per la giustizia, arrestato per una manifestazione”

“Una giornata nera per la giustizia nel Bahrein”, ha commentato Amnesty International dopo la condanna a tre anni di carcere inflitta il 16 agosto a Nabeel Rajab, presidente del Centro per i diritti umani del Bahrein. Rajab è stato giudicato colpevole di aver preso parte a un “raduno illegale” in relazione a una manifestazione svoltasi il 6 febbraio di quest’anno.
“Questa sentenza mette ulteriormente in dubbio l’indipendenza del potere giudiziario del Bahrein. Come molti altri, Rajab è un prigioniero di coscienza, incarcerato solo per aver esercitato pacificamente il suo diritto alla libertà d’espressione e di riunione. Chiediamo che sia rilasciato immediatamente e l’accusa e la condanna siano annullate” – ha dichiarato Hassiba Hadj Sahraoui, vicedirettrice del Programma Africa del Nord e Medio Oriente di Amnesty International.
“Quest’ultimo verdetto, se non altro, ha posto la parola fine alle riforme di facciata nel paese. Di fronte a tattiche così brutali di soppressione del dissenso, la comunità internazionale non può più illudersi che il Bahrein abbia intrapreso il cammino delle riforme. I partner internazionali devono farlo presente chiaro e forte alle autorità del paese” – ha aggiunto Sahraoui.
La moglie di Rajab, Sumaya, che ha assistito all’udienza, ha dichiarato ad Amnesty International: “Per quanto dura e ingiusta, questa sentenza non ci ha sorpreso. Mostra quanto sia parziale e corrotto il potere giudiziario del Bahrein. Qui non ci sono diritti umani. La nostra difesa sostiene che quello di oggi è il più grande scandalo nella storia del potere giudiziario del paese”.
Nabel Rajab è stato tra gli organizzatori delle manifestazioni contro il governo iniziate nel febbraio 2011. Arrestato il 6 giugno di quest’anno dopo che era stato denunciato per calunnia a causa di alcuni suoi post su Twitter, il 9 luglio era stato già condannato a tre mesi di carcere”.
Lo rende noto Amnesty International.

 

Scrivi una replica

News

L’agenzia Moody’s taglia il rating dell’Italia a Baa3

L’agenzia Moody’s ha tagliato il rating dell’Italia a Baa3 (da Baa2, con outlook stabile), si tratta del gradino appena sopra il livello spazzatura. La decisione…

19 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Salvini: «Il governo va avanti, però la pazienza ha un limite»

«Il governo va avanti, certo, ci mancherebbe altro. Però la pazienza ha un limite. Adesso finire come Lega in mezzo alle beghe dei Cinquestelle, no.…

19 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conte a Mosca il 24 ottobre per incontrare Putin

«Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte sarà a Mosca il 24 ottobre e incontrerà il presidente della Federazione russa Vladimir Putin e il primo ministro…

19 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Martina: «La manovra va tutta corretta. L’Italia sta rischiando grosso»

«La manovra va corretta in modo radicale. Conte dice che la manovra è bella, ma sono senza parole: c’è un limite a tutto». Lo ha…

19 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia