Ilva, il Tribunale del Riesame: “Interrompere i reati contestati” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Ilva, il Tribunale del Riesame: “Interrompere i reati contestati”

Sono state depositate dal Tribunale del Riesame le motivazioni in base alle quali il 7 agosto scorso ha confermato il sequestro degli impianti a caldo dell’Ilva. Tuttavia, il provvedimento non è stato ancora notificato alle parti.
Il sequestro degli impianti a caldo dell’Ilva senza concedere la facoltà d’uso, che peraltro – viene sottolineato – non era stato richiesto neppure dai legali del Siderurgico, è stato confermato dal Tribunale del Riesame. Questo è quanto si apprende dall’agenzia di stampa Ansa, che cita fonti giudiziarie.
Il Tribunale del Riesame, confermando il sequestro Ilva, dispone che non si continuino a perpetrare i reati contestati nel provvedimento cautelare. Sul percorso da seguire per interrompere i reati, i giudici – riferisce l’Ansa – non si sbilanciano e affidano il compito ai custodi nominati dal gip e alla procura.

 

Scrivi una replica

News

Petrolio: Wti a 66,25 dollari al barile e Brent a 75,12 dollari

All’avvio dei mercati asiatici il greggio texano Wti è stato scambiato a 66,25 dollari al barile mentre il Brent è stato scambiato a 75,12 dollari.…

28 Mag 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Titoli di Stato: spread Btp/Bund a 195 punti

All’avvio dei mercati finanziari lo spread tra Btp e Bund torna sotto la soglia dei 200 punti, attestandosi a quota 195 punti.…

28 Mag 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Governo, Giuseppe Conte ha rimesso il mandato

Il Presidente della Repubblica ha ricevuto questo pomeriggio al Palazzo del Quirinale il professor Giuseppe Conte, il quale, sciogliendo la riserva formulata, gli ha rimesso…

27 Mag 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Governo, Di Maio: «C’è totale energia e sintonia con Salvini e Conte»

«L’incontro è andato molto bene». Lo ha detto il capo politico del Movimento 5 stelle, Luigi Di Maio, intervenendo al termine del vertice con il…

25 Mag 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia