Effetto Pistorius alle Paralimpiadi di Londra | T-Mag | il magazine di Tecnè

Effetto Pistorius alle Paralimpiadi di Londra

di Martina Marotta

Il 12 agosto 2012 si sono concluse a Londra le Olimpiadi con un maxi concerto di chiusura che ha visto sul palco famosi artisti internazionali per salutare tutti gli atleti e darsi appuntamento a Rio de Janeiro nel 2016. Ma i giochi olimpici non hanno abbandonato del tutto la capitale britannica e ospiteranno atleti molto speciali: iniziano infatti mercoledì le Paralimpiadi di Londra 2012. Abbiamo avuto modo di ammirare sbalorditi l’eccellente gara di Oscar Pistorius nelle Olimpiadi, il quale è riuscito a gareggiare con i normodotati e ad arrivare in semifinale nei 400 m piani. Nonostante questo grande traguardo l’atleta sudafricano ha deciso comunque di partecipare ai giochi paralimpici a nemmeno un mese di distanza dalla precedente competizione.
A seguire la nostra squadra azzurra paralimpica ci pensa il CIP (Comitato Italiano Paralimpico), il quale ha appositamente creato un sito per l’evento con interviste agli atleti in preparazione alle gare, aggiornamenti sui partecipanti, approfondimenti ed un video di apertura che esorta i sostenitori italiani ad inviare domande da poter poi inoltrare ai 100 azzurri in gara.
Le Paralimpiadi si svolgeranno tra il 29 agosto e il 9 settembre e vedranno in gara 4.200 atleti provenienti da 165 nazioni. Scrive il Times che probabilmente questi saranno i giochi paralimpici più seguiti della storia, con 2,3 milioni di biglietti venduti su 2,5 milioni disponibili; per l’occasione i mezzi pubblici di Londra sono stati appositamente attrezzati per ospitare cinque o sei carrozzine a bordo.
La chiusura di questi giochi non ha niente da invidiare alla chiusura delle Olimpiadi in quanto a cantanti famosi: grandi ospiti della cerimonia di chiusura saranno Rihanna e i Coldplay, che canteranno insieme l’acclamato singolo Princess of China per poi esibirsi con altri pezzi singolarmente.
Insomma, più che una Paralimpiade fatta di competizioni, è una Paralimpiade fatta col cuore: e non solo da chi, nonostante la sua disabilità, si impegna a dare il massimo per la propria nazione, ma anche da chi, sugli spalti, sosterrà e incoraggerà gli atleti in ogni sport.
Perché l’importante è sì vincere, ma dimostrare anche che, con unione e solidarietà, si può creare una grande forza ancora più potente di quella fisica.

 

Scrivi una replica

News

L’agenzia Moody’s taglia il rating dell’Italia a Baa3

L’agenzia Moody’s ha tagliato il rating dell’Italia a Baa3 (da Baa2, con outlook stabile), si tratta del gradino appena sopra il livello spazzatura. La decisione…

19 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Salvini: «Il governo va avanti, però la pazienza ha un limite»

«Il governo va avanti, certo, ci mancherebbe altro. Però la pazienza ha un limite. Adesso finire come Lega in mezzo alle beghe dei Cinquestelle, no.…

19 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conte a Mosca il 24 ottobre per incontrare Putin

«Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte sarà a Mosca il 24 ottobre e incontrerà il presidente della Federazione russa Vladimir Putin e il primo ministro…

19 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Martina: «La manovra va tutta corretta. L’Italia sta rischiando grosso»

«La manovra va corretta in modo radicale. Conte dice che la manovra è bella, ma sono senza parole: c’è un limite a tutto». Lo ha…

19 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia