Fiat, Marchionne: “Più investimenti in Italia? A quest’ora sarebbe fallita” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Fiat, Marchionne: “Più investimenti in Italia? A quest’ora sarebbe fallita”

Se la Fiat avesse investito di più in Italia, a causa della crisi del mercato delle automobili adesso sarebbe avrebbe dovuto dichiarare fallimento. Questo è il parere dell’ad della casa automobilistica torinese, Sergio Marchionne.
Marchionne è intervenuto nel corso di un’intervista alla rivista automobilistica tedesca Auto motor und sport. “La Fiat – ha detto Marchionne – ha investito 800 milioni di euro, ma adesso la Panda non trova acquirenti. Se avessi pensato in grande e avessi quadruplicato gli investimenti, adesso la Fiat sarebbe fallita”.
Al momento, la Fiat starebbe pensando di cambiare strategia, puntando ad espandersi sul mercato americano.
La nuova sportiva Alfa 4C e la berlina Giulia, infatti, verranno introdotte inizialmente sul mercato statunitense nel 2014. Solo successivamente, ha spiegato Marchionne, i due modelli verranno immessi sul mercato italiano. Nell’intervista

 

Scrivi una replica

News

Dl Dignità, Di Maio: «Confindustria fa terrorismo psicologico»

«Confindustria oggi dice che con il Decreto Dignità ci saranno meno posti di lavoro. Sono gli stessi che gridavano alla catastrofe se avesse vinto il…

18 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Rai, Alberto Barachini eletto presidente della Commissione di Vigilanza

Alberto Barachini (Forza Italia) è stato eletto presidente della Commissione di Vigilanza Rai, con 22 voti alla terza votazione. Mentre Antonello Giacomelli (Partito democratico) e…

18 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ue, multa record da 4,3 miliardi di euro a Google per Android

La Commissione europea ha inflitto una multa da 4,3 miliardi di euro a Google, la più alta mai comminata. Bruxelles ha punito il colosso statunitense…

18 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Dl Dignità, Confindustria: «Effetti su occupazione peggiori di quelli stimati da relazione tecnica»

Alcune delle misure contenute nel decreto Dignità rischiano di avere effetti sull’occupazione ancora più negativi di quelli stimati nella relazione tecnica sulla base delle stime…

18 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia