Libia, Unhcr: “Preoccupazione per la sorte di oltre 20mila persone” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Libia, Unhcr: “Preoccupazione per la sorte di oltre 20mila persone”

“L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) esprime preoccupazione per la sorte delle oltre 20mila persone giunte in Italia dalla Libia nel 2011 a conclusione della gestione commissariale dell’accoglienza affidata alla Protezione Civile e prevista per la fine dell’anno. Fra loro vi sono rifugiati in fuga da persecuzione e anche migranti che da anni lavoravano in Libia.
Il 26 settembre è stato approvato dalla Conferenza Unificata Stato-Regioni un documento di indirizzo per il superamento dell’emergenza Nord Africa. L’UNHCR ritiene che il piano contenuto nel documento andava adottato già da tempo e che l’approvazione del documento in prossimità dello scadere del termine del 31 dicembre rende comunque difficile l’identificazione di soluzioni adeguate per queste persone. In particolare, l’UNHCR condivide le preoccupazioni degli Enti locali e degli enti gestori nell’organizzare l’uscita dai centri emergenziali entro la fine dell’anno senza una chiara previsione di misure di sostegno. In mancanza di alternative concrete si corre anche il rischio di innescare possibili tensioni sociali sui territori interessati.
Il documento non fornisce inoltre indicazioni esplicite sulle misure da adottare per i richiedenti asilo che non hanno ricevuto una forma di protezione dalle Commissioni Territoriali.
In merito all’integrazione dei rifugiati, pur apprezzando le misure previste nel documento di indirizzo, l’UNHCR auspica che vengano elaborate ulteriori soluzioni che permettano di migliorare il processo di integrazione di chi ha ottenuto una forma di protezione internazionale.
L’UNHCR vuole tuttavia sottolineare alcuni aspetti positivi del documento di indirizzo, fra questi l’ampliamento della capacità ricettiva dello Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati (SPRAR), il rafforzamento del ruolo delle Regioni e del Ministero del Lavoro e le proposte relative alla protezione dei minori stranieri non accompagnati.
La prevista costituzione di un tavolo nazionale di coordinamento rappresenta anche un positivo sviluppo per avviare una necessaria riforma del sistema d’accoglienza in Italia che l’UNHCR ritiene improrogabile”, .

 

Scrivi una replica

News

Dl Dignità, Di Maio: «La fiducia? Spero di no»

«Spero di no, però mi aspetto, e questo lo auspico, perché il Parlamento è sovrano, che ci sia un atteggiamento costruttivo sulle modifiche. Se poi…

20 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Alessandro Rivera sarà il prossimo direttore generale del Mef

Alessandro Rivera sarà il nuovo direttore generale del ministero del ministero dell’Economia. Lo riferisce l’agenzia Reuters, citando «tre fonti vicine alla situazione». Ha 47 anni…

20 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Inps, Di Maio: «Boeri? Non ho il potere di rimuoverlo»

Il presidente dell’INPS «Boeri? Io non ho il potere di rimuovere questa persona: o scade oppure resta lì». Lo ha detto il vice premier Luigi…

20 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Cdp, Fabrizio Palermo nuovo amministratore delegato

Fabrizio Palermo è il nuovo amministratore delegato di CDP, la Cassa depositi e Prestiti. Lo riferisce l’agenzia di stampa Reuters, citando «tre fonti vicine alla…

20 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia