Serbia, la Chiesa ortodossa chiede di vietare il Gay Pride | T-Mag | il magazine di Tecnè

Serbia, la Chiesa ortodossa chiede di vietare il Gay Pride

Vietare il Gay Pride in programma per il 6 ottobre prossimo a Belgrado. Questa è la richiesta avanzata al governo dal patriarca della Chiesa Ortodossa Serba, il vescovo Irinej.
In una lettera inviata al primo ministro, Ivica Dadic, Irinej ha definito l’evento una “tragicomica parata della vergogna”. Il Gay Pride sparge, secondo il parere del patriarca, “una pesante ombra sulla nostra città, sulla nostra morale, sulla nostra cultura cristiana e sulla dignità delle nostre famiglie”.

 

1 Commento per “Serbia, la Chiesa ortodossa chiede di vietare il Gay Pride”

  1. […] dei cittadini”. Solo nella giornata di ieri, il patriarca della Chiesa ortodossa, Irinej, aveva chiesto alle autorità di impedire lo svolgimento del Gay Pride. […]

Scrivi una replica

News

Brexit, May: “Dobbiamo andare avanti insieme”

“Vedrò Tusk qui oggi, per parlare dei negoziati positivi in corso, guardando alla futura partnership approfondita e speciale che voglio con l’Ue. I negoziati continuano…

24 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Germania, indice Ifo sale a 117,5 punti a novembre

L’indice Ifo che monitora la fiducia delle imprese in Germania è salito 117,5 punti nel mese di novembre. Ad ottobre invece, si era attestato a…

24 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Titoli di Stato: spread Btp/Bund a quota 142 punti

All’avvio dei mercati finanziari lo spread tra Btp e Bund si è attestato a quota 142 punti.…

24 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Sottomarino scomparso, Marina: “Ci fu un’esplosione”

Il rumore che la Marina militare argentina aveva captato nel corso della giornata di mercoledì 15 novembre, in occasione dell’ultimo contatto con il sottomarino scomparso…

23 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia