Crisi economica, Squinzi: “Lo scenario futuro resta molto difficile” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Crisi economica, Squinzi: “Lo scenario futuro resta molto difficile”

“I dati confermano che lo scenario per il futuro resta difficile, anzi molto difficile”. A dirlo è stato il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi.
Il numero uno di viale dell’Astronomia, intervenuto all’assemblea annuale di Confitarma, ha anche detto: “E’ arrivato il momento di cambiare passo in maniera decisa, dobbiamo imprimere una svolta alla situazione attuale”.
La crisi, secondo Squinzi, “ci ha spinto in una fase recessiva da cui fatichiamo a uscire” ma nonostante tutto “l’Italia abbia tutte le potenzialità per tornare a crescere. Possiamo, anzi dobbiamo, essere ambiziosi e puntare a un ritmo di crescita di almeno il 2% l’anno. Un traguardo difficile ma non impossibile”.

 

Scrivi una replica

News

Ocse: “Economia globale in crescita sia nel 2017 che nel 2018”

Nel 2017, il Prodotto interno lordo globale crescerà del 3,5%. Lo prevede l’OCSE, l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, nel suo ultimo Economic…

20 Set 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ocse: “Nel 2017 il Pil dell’Italia crescerà grazie alla domanda interna”

Nel 2017 il Prodotto interno lordo dell’Italia dovrebbe aumentare dell’1,4%. Lo prevede l’OCSE, l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, nel suo ultimo Economic…

20 Set 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Spagna, Rajoy: “La Catalogna? A nessuno piace questa situazione”

“A nessuno piace questa situazione, e a me neppure”. Lo ha detto il premier spagnolo, Mariano Rajoy, commentando, davanti al Congresso dei deputati di Madrid,…

20 Set 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Gentiloni: “Attraversiamo una fase di indiscutibile crescita”

“I segni della ripresa economica si sono trasformati in una indiscutibile crescita, ma dobbiamo essere prudenti e non perdere il momento nei nostri sforzi di…

20 Set 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia