Immigrati, Riccardi: “Dopo il 15 ottobre pugno duro contro i datori di lavoro irregolari” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Immigrati, Riccardi: “Dopo il 15 ottobre pugno duro contro i datori di lavoro irregolari”

In merito all’opportunità per i datori di lavoro e clandestini di mettersi in regola con un versamento di mille euro e la dimostrazione di essere in Italia dal 2011 il ministro per la Cooperazione e l’Integrazione, Andrea Riccardi, ha detto: “Ci sono grossi interessi che riguardano il caporalato soprattutto in agricoltura con stranieri che sono tenuti in schiavitù ma su questo dopo il 15 ottobre (termine ultimo per la regolarizzazione dei lavoratori immigrati) si andrà duri e si picchierà duro. Ci sono delle misure molto severe che sono quelle della direttiva europea che abbiamo recepito.
I datori di lavoro colti ad utilizzare lavoratori stranieri in modo clandestino saranno puniti. Prima o poi arriveremo a prosciugare le sacche di clandestinità ma se uno fa la domanda con le carte in regole non si deve aver paura”.
“Le richieste per il decreto emersione dei lavoratori immigrati irregolari – ha aggiunto – sono più di 70 mila e noi ce ne aspettavamo 150 mila alla chiusura di questa finestra. Non mi sembra che sia un fallimento. Naturalmente le regole sono severe perché bisogna che i lavoratori siano presenti sul territorio dal 31 dicembre e si chiede una documentazione certa di organizzazioni che hanno un rilievo pubblico”.

 

Scrivi una replica

News

Beirut: “Saltato il contratto per il gas con Mosca”

“Eravamo praticamente sul punto di firmare il nostro primo contratto per lo sviluppo di giacimenti di gas grazie alla partecipazione di compagnie russe: ora stiamo…

17 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Usa: “In Europa c’è un alto rischio di attacchi dell’Isis”

“Gli incidenti in Francia, Russia, Svezia, Gran Bretagna, Spagna e Finlandia dimostrano che l’Isis e i suoi affiliati hanno la capacità di pianificare e compiere…

17 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, May: “Sono fiduciosa che si possa passare alla seconda fase”

“Sono fiduciosa che il mese prossimo i leader Ue possano dare il via libera alla seconda fase dei negoziati sulla Brexit”. Lo ha detto Theresa…

17 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, Davis: “Offerto compromesso all’Ue”

“La Gran Bretagna ha offerto alcuni compromessi creativi in sede di negoziato sulla Brexit ma non sempre ha trovato disponibilità da parte dell’Ue”. Lo ha…

17 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia