Istat, inflazione acquisita nel 2012 stabile al 3% | T-Mag | il magazine di Tecnè

Istat, inflazione acquisita nel 2012 stabile al 3%

“Nel mese di settembre, l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), comprensivo dei tabacchi, registra una variazione congiunturale nulla e un aumento del 3,2% su base tendenziale (lo stesso valore registrato ad agosto). Il dato definitivo conferma la stima provvisoria.
L’inflazione acquisita per il 2012 si conferma al 3,0%.
L’inflazione di fondo, calcolata al netto dei beni energetici e degli alimentari freschi, scende all’1,9% (dal 2,1% di agosto).
Al netto dei soli beni energetici, la crescita tendenziale dell’indice dei prezzi al consumo scende al 2,0% (+2,2% nel mese precedente).
Rispetto a un anno prima il tasso di crescita dei prezzi dei beni sale al 4,1% (dal 3,9% del mese precedente) e quello dei prezzi dei servizi scende all’1,9% (era +2,3% ad agosto). Di conseguenza, il differenziale inflazionistico tra beni e servizi aumenta di sei decimi di punto percentuale rispetto ad agosto.
La stabilizzazione dell’inflazione a settembre risente principalmente della flessione congiunturale dei prezzi dei servizi, in larga parte legata a fattori stagionali, i cui effetti sull’indice generale risultano controbilanciati dall’aumento mensile dei prezzi dei Beni energetici non regolamentati (+3,5% su base mensile), dovuto all’aumento dei prezzi di tutti i carburanti.
I prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza dai consumatori aumentano dello 0,8% rispetto al mese precedente e il tasso di crescita su base annua sale al 4,7%, dal 4,2% di agosto.
L’indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA) aumenta del 2,1% su base mensile e del 3,4% su base annua, con una accelerazione di un decimo di punto percentuale rispetto ad agosto 2012 (+3,3%). Anche in questo caso, il dato definitivo conferma la stima preliminare. La forte variazione congiunturale registrata in questo mese è in gran parte dovuta al venir meno dei saldi estivi.
L’indice IPCA a tassazione costante (IPCA-TC) aumenta del 2,1% sul piano congiunturale e del 2,5% su quello tendenziale.
L’indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI), al netto dei tabacchi, non varia su base mensile e aumenta del 3,1% su base annua”, è quanto si apprende da un comunicato stampa di Istat.

 

Scrivi una replica

News

Padoan: “Le risorse sono poche, il Pil non basta”

“Le risorse sono pochissime dati i vincoli di bilancio. Il Pil è migliorato ma non in modo tale da allentarli in modo significativo. Sicuramente l’occupazione…

19 Set 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Padoan: “Il sistema bancario tedesco è elefantiaco”

“Il sistema bancario tedesco non è avanzato, è elefantiaco e non rappresenta quindi un esempio a cui guardare nel definire il nuovo modello di banca…

19 Set 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

M5S, il Tribunale di Palermo sospende le “Regionarie”

Il tribunale di Palermo ha sospeso le “Regionarie” del Movimento 5 Stelle, indette per la scelta del candidato alla presidenza della Regione Sicilia. La decisione…

19 Set 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Germania, indice Zew sale a 17 punti a settembre: oltre le attese

Indice Zew sulla fiducia degli investitori in Germania è salito a quota 17 punti nel mese di settembre dai 10 di agosto. Gli analisti avevano…

19 Set 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia