Legge elettorale, Grillo: “La vogliono cambiare per impedirci di governare” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Legge elettorale, Grillo: “La vogliono cambiare per impedirci di governare”

I partiti e il capo dello Stato, Giorgio Napolitano, vogliono cambiare la legge elettorale con lo scopo di impedire al Movimento 5 Stelle di governare il Paese. A lanciare questa accusa è il comico genovese, Beppe Grillo.
“Napolitano, che non ci dorme la notte, e i partiti vogliono cambiare in corsa le regole del gioco elettorale, un attimo prima della fine della legislatura dopo aver ignorato la questione dal 2006. Quando scappa, scappa”, ha scritto il leader del Movimento 5 Stelle sul suo blog.
“Gli obiettivi, palesi, sono due. Evitare che il Movimento 5 Stelle, in caso di vittoria, vada al Governo grazie all’attuale premio di maggioranza. Replicare un Monti bis con i partiti a far da coro delle voci bianche, castrati di qualunque potere, ma in grado di mantenere tutti i privilegi e le protezioni della casta”, ha assicurato Grillo, “i parlamentari a premere pulsanti in Parlamento per approvare la volontà della BCE, sempre sia lodata, e ‘cedere quote di sovranità nazionale all’Europa per crescere’, Napolitano dixit, svuotando l’Italia come una larva”.
I partiti cercano di modificare l’attuale legge elettorale, andando incontro ad una condanna dell’Unione europea.
Infatti, avverte Grillo, “questo comportamento è condannato dal Consiglio di Stato europeo”.
“Nel documento di ‘Codice di buona condotta’ rilasciato a Strasburgo il 23 maggio 2003, la Commissione Europea per la Democrazia attraverso il Diritto ha sancito per quanto attiene livelli normativi e stabilità del diritto elettorale, al punto 2b, che ‘gli elementi fondamentali del diritto elettorale, e in particolare del sistema elettorale propriamente detto, la composizione delle commissioni elettorali e la suddivisione delle circoscrizioni non devono poter essere modificati nell’anno che precede l’elezione, o dovrebbero essere legittimati a livello costituzionale o ad un livello superiore a quello della legge ordinaria’”.

 

Scrivi una replica

News

Banche, Antonio Patuelli confermato presidente dell’Abi

Antonio Patuelli è stato confermato presidente dell’ABI, l’Associazione bancaria italiana. Lo ha deciso all’unanimità il comitato esecutivo dell’ABI. Patuelli resterà in carica fino all’estate 2020.…

17 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Israele, Netanyahu: “Ambasciata Usa a Gerusalemme entro un anno”

L’ambasciata statunitense potrebbe essere trasferita da Tel Aviv a Gerusalemme “molto più velocemente di quanto si pensi, probabilmente entro un anno da oggi”. Lo ha…

17 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mattarella: “La mancanza di lavoro resta l’emergenza principale dell’Italia”

“La mancanza di lavoro, nonostante negli ultimi tempi si sia registrato un sensibile miglioramento, come risulta anche dai dati dell’Istat dei giorni scorsi, resta l’emergenza…

17 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Spagna, l’indipendentista Roger Torrent eletto presidente del Parlamento catalano

Il deputato indipendentista di Girona, Roger Torrent, è il presidente del nuovo Parlamento catalano. Torrent – esponente dell’Erc, i Repubblicani Catalani di Sinistra – è…

17 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia