Legge stabilità, le proteste degli insegnanti contro aumento orario lavorativo | T-Mag | il magazine di Tecnè

Legge stabilità, le proteste degli insegnanti contro aumento orario lavorativo

E’ iniziata la mobilitazione di professori e insegnati che protestano contro la proposta del governo di aumentare l’orario lavorativo. Secondo le intenzioni dell’esecutivo, i docenti dovrebbero prolungare l’orario di lavoro di sei ore alla settimana. La proposta, contenuta nella Legge di stabilità, prevede che in cambio gli insegnanti non ricevano un compenso superiore a quello attuale, ma quindici giorni di ferie in più nel mese di luglio, quando per la verità le scuole sono chiuse.
I primi a “muoversi”, sono stati alcuni professori e insegnati di Roma che davanti al ministero dell’Istruzione a viale Trastevere hanno, con un flash, hanno corretto in strada i compiti dei propri studenti, per dimostrare che il lavoro dell’insegnante non si esaurisce nelle 18 ore di didattica frontale.
Pronti alla protesta anche i sindacati, i quali hanno annunciato uno sciopero generale per il 24 novembre prossimo.

 

Scrivi una replica

News

Alitalia, Gubitosi: “La compagnia ha tanti soldi in cassa”

Alitalia “ha tanti soldi in cassa”. Lo ha detto il commissario straordinario della compagnia, Luigi Gubitosi, replicando alle domande dei parlamentari nel corso di un’audizione…

22 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Manovra, Ue: “Non annacquare le sue disposizioni principali”

“Riconosciamo che l’Italia ha fatto molti sforzi di recente per la competitività e la crescita”, ma “è cruciale” che adotti la manovra 2108 “senza annacquare…

22 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Vaccini, bocciati tutti i ricorsi presentati dalla Regione Veneto

Tutte le questioni prospettate nei ricorsi della Regione Veneto sull’obbligo dei vaccini non sono fondate. Lo ha stabilito la Corte Costituzionale. I giudici hanno spiegato…

22 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ratko Mladic condannato all’ergastolo per crimini contro l’umanità

Ratko Mladic – ex comandante dell’esercito serbo bosniaco – è stato condannato all’ergastolo dal Tribunale penale internazionale dell’Aja. È stato riconosciuto colpevole di genocidio e…

22 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia