Lavoro, Fornero: “No a contratti mordi e fuggi. Condizioni meno umilianti” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Lavoro, Fornero: “No a contratti mordi e fuggi. Condizioni meno umilianti”

Intervenendo al convegno dei giovani imprenditori di Confindustria il ministro del Lavoro, Elsa Fornero, ha detto: “Sono stata spesso sgridata in Europa perché le Regioni italiane, in particolare quelle del Mezzogiorno, non sanno spendere i fondi europei in politiche attive e sembra che l’unica cosa che sanno fare sia dare sussidi. Dobbiamo puntare sulle politiche attive, che portano occupazione”.
“Quello che non vogliamo – aggiunge – è una serie spicciola di contratti, ora tre mesi, ora altri mesi: questo impoverisce i lavoratori. Su una relazione di lavoro mordi e fuggi non si puo’ investire. Bisogna invece puntare su condizioni meno umilianti per i giovani lavoratori, meno articolate, ponendo così tutte le basi per una produttività più alta, crescente, e per rafforzare il rapporto tra dipendenti e imprese.
Per quanto riguarda la riforma dell’articolo 18 il governo ha scelto una strada di equilibrio. Ciò che a voi sembra troppo poco ad altri sembra inaccettabile”.
“Abbiamo modificato – ha concluso – l’articolo 18 senza nessun pregiudizio ideologico, cercando di risolvere un problema. Con questa modifica abbiamo cercato di riconoscere le ragioni dell’impresa che in certi casi il rapporto di lavoro non c’è più per ragioni economiche e disciplinari e dicendo che in quel caso il reintegro del lavoratore nel posto di lavoro non è più ammesso. E’ un cambiamento troppo piccolo? Troppo grande? Troppo lacerante, come dicono altri?”.

 

Scrivi una replica

News

Lavoro, ipotesi contratti a tempo determinato più cari

I contratti a tempo determinato potrebbero essere più cari. È quanto si apprende da ambienti vicini al dossier, l’ipotesi è per ottenere l’obiettivo di incentivare…

22 Set 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Corea del Nord, Trump: “Kim Jong Un è un pazzo che verrà messo alla prova”

Il dittatore della Corea del Nord è “un pazzo”. Lo ha scritto su Twitter il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, il giorno dopo aver…

22 Set 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Iran, Rohani: “Aumenteremo la nostra forza militare come deterrente”

“Aumenteremo la nostra forza militare come deterrente. Rafforzeremo le nostre capacità missilistiche”. Lo ha detto il presidente iraniano, Hassan Rohani, in un discorso trasmesso dalla…

22 Set 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Messico, sale a 286 il bilancio delle vittime

Sale a 286 il bilancio delle vittime del terremoto in Messico. Lo ha reso noto il responsabile della Protezione Civile messicana. 148 persone sono morte…

22 Set 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia