Zuckerberg e gli altri: i filantropi del 2013 | T-Mag | il magazine di Tecnè

Zuckerberg e gli altri: i filantropi del 2013

mark_zuckerbergLa Repubblica li ha messi in fila, citando The Chronicle of Philantropy. Si tratta della classifica dei principali filantropi del 2013 e al primo posto c’è Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook, che l’anno scorso ha donato 990 milioni di dollari alla Silicon Valley Community Foundation. Zuckerberg può inoltre vantare un altro primato: è lui il più giovane donatore del mondo. La seconda posizione è occupata da Philip Knight, presidente della Nike: ha donato 500 milioni di dollari alla Oregon Health & Science University Foundation per la ricerca sul cancro. Terzo gradino del podio per l’ex sindaco di New York, Michael Bloomberg (il primo gennaio si è tenuta la cerimonia di insediamento di Bill De Blasio), il quale ha riservato 350 milioni di dollari alla Johns Hopkins University. Grosso modo il budget stanziato da quanti occupano le restanti posizioni fino alla 15esima (nel 2012 la classifica comprendeva una lista di 11 filantropi) oscilla tra i 200 milioni di dollari di Stephen Ross (destinati alla University of Michigan) i 100 milioni che David Koch ha donato cento milioni al New York-Presbyterian Hospital. Sono per lo più college e università, infatti, a beneficiare dei doni di privati.
Zuckerberg non è nuovo a iniziative del genere. Già alla fine del 2012 aveva donato 18 milioni di azioni Facebook (pari all’epoca a circa 500 milioni di dollari) alla Silicon Valley Community Foundation. “Due anni fa – spiegò Zuckerberg in quell’occasione –, Priscilla (sua moglie, ndr) ed io abbiamo siglato il Giving Pledge, impegnandoci a donare la maggior parte del denaro che avremmo guadagnato in beneficenza. Il nostro primo grande progetto è relativo alla riforma dell’istruzione con startup”. Nel 2010 Zuckerberg staccò un assegno da 100 milioni di dollari alle scuole di Newark, in New Jersey.

 

Scrivi una replica

News

Brexit, Bruxelles: «Londra deve chiarire le proprie intenzioni»

«Continuiamo a seguire molto da vicino il dibattito parlamentare nel Regno Unito». Lo ha detto il portavoce della Commissione europea, Margaritis Schinas, intervenendo dopo l’intervento…

22 Gen 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

L’antisemitismo preoccupa il 58% degli italiani

Il 58% degli italiani si dice preoccupato dall’antisemitismo. Lo rivela l’ultimo Eurobarometro presentato oggi, martedì 22 gennaio 2019, dalla Commissione europea al al museo ebraico…

22 Gen 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Savona: «Parlare di manovra correttiva è una malattia mentale»

«Torna una fissazione, quella che io considero una malattia mentale e cioè che occorra fare una manovra correttiva». Lo ha detto il ministro degli Affari…

22 Gen 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Bankitalia: «In calo i prestiti alle imprese»

«La domanda di prestiti da parte delle imprese registrerebbe una lieve contrazione nel primo trimestre del 2019 mentre quella da parte delle famiglie continuerebbe a…

22 Gen 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia