Incidente Schumacher, sciava a bassa velocità e non fuoripista | T-Mag | il magazine di Tecnè

Incidente Schumacher, sciava a bassa velocità e non fuoripista

L’ex campione di Formula Uno, Michael Schumacher, rimasto gravemente ferito il 29 dicembre mentre sciava a Meribel, “non stava sciando ad una velocità compresa tra i 60 e i 100 km/h, come riferito da alcuni organi di stampa, stava sciando a bassa velocità ne fuoripista, si stava limitando a passare da un tracciato battuto all’altro attraversando un breve, ma fatale, tratto di neve fresca, che nascondeva la roccia contro cui ha urtato prima gli sci e poi la testa. Le immagini (catturate dalla videocamera che il campione aveva montata sul casco) dimostrano come, ad un certo punto, uno degli sci di Schumacher urta una roccia nascosta, anche all’obiettivo della telecamera, perché coperta da uno spesso strato di neve. A quel punto si intuisce che l’ex pilota ruota di colpo in avanti, spinto con forza, dall’improvviso bloccarsi degli sci, mentre gli attacchi si sganciano ed il suo corpo procede la corsa contro la roccia”.

 

Scrivi una replica

News

Brexit, Merkel: «Abbiamo ancora tempo per trattare»

«Abbiamo ancora tempo per trattare ma adesso la premier britannica deve fare una proposta». Così la cancelliera tedesca, Angela Merkel, in un comunicato diffuso all’indomani…

16 Gen 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Tar del Lazio: «Organizzare una campagna informativa sui presunti rischi per la salute causati dai cellulari»

I ministeri dell’Ambiente, della Salute e dell’Istruzione dovranno organizzare, entro sei mesi, una campagna informativa sui modi corretti di utilizzo dei telefoni cellulari e dei…

16 Gen 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, CsC: «Rischi per l’export italiano: in ballo ci sono 23 miliardi»

«La bocciatura dell’accordo sulla Brexit aumenta l’incertezza. Ciò ha un impatto immediato su sterlina e fiducia dei consumatori, che restano vicine ai minimi e tiene…

16 Gen 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ue, Sanchez: «Il tallone d’Achille dell’Europa sono le nostre divisioni»

«Il tallone d’Achille dell’Europa sono le nostre divisioni, di questo approfitta solo chi vuole il fallimento e la sconfitta del nostro modello, un modello che…

16 Gen 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia