Nel 2013 crescono le domande di disoccupazione | T-Mag | il magazine di Tecnè

Nel 2013 crescono le domande di disoccupazione

InpsIl 2013 è stato un anno difficile per l’economia italiana. I dati diffusi dall’Inps nella giornata di mercoledì, che certificano l’incremento delle ore di cassa integrazione e delle domande di disoccupazione, ne sono l’ennesima prova. Nel corso degli ultimi dodici mesi, le ore di cassa integrazione hanno superato quota un miliardo (precisamente: 1.075 milioni), un numero esorbitante anche se in calo dell’1,36% rispetto a quello registrato nel 2012. Un calo frutto della riduzione della cassa straordinaria in deroga (-22,93%) e della crescita su base annua della cassa ordinaria (+2,37%) e quella straordinaria (+14,64%).
Solo nell’ultimo mese dell’anno, dicembre, le ore autorizzate sono state 85,9 milioni (-0,7% su dicembre 2012). Un calo dovuto agli interventi di cassa integrazione ordinaria e in deroga, calate rispettivamente del -9,4% (da 26,1 milioni a 23,6 milioni di ore autorizzate) e del -16,7% (a 22,4 milioni di ore). In aumento la cassa integrazione straordinaria, a quota 40 milioni di ore (+18,8%). 
In crescita, scrivevamo poco fa, anche il numero delle domande di disoccupazione, che tra gennaio e novembre 2013 ha raggiunto quota 1.949.570 (+32,5% su base annua). L’Inps riferisce anche che a novembre sono state presentate 130.795 domande di ASpI, 45.844 di mini ASpI e 556 domande di disoccupazione (tra ordinaria e speciale edile). Una distinzione che si spiega con il cambio di normativa dello scorso anno con l’entrata in vigore delle nuove prestazioni per la disoccupazione involontaria, ASpI e mini ASpI. O meglio: le domande che si riferiscono a licenziamenti avvenuti entro il 31 dicembre 2012 continuano ad essere classificate come disoccupazione ordinaria, mentre per quelli avvenuti dopo il 31 dicembre 2012 le domande vengono classificate come ASpI e mini ASpI.

 

Scrivi una replica

News

Brexit, Bruxelles: «Londra deve chiarire le proprie intenzioni»

«Continuiamo a seguire molto da vicino il dibattito parlamentare nel Regno Unito». Lo ha detto il portavoce della Commissione europea, Margaritis Schinas, intervenendo dopo l’intervento…

22 Gen 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

L’antisemitismo preoccupa il 58% degli italiani

Il 58% degli italiani si dice preoccupato dall’antisemitismo. Lo rivela l’ultimo Eurobarometro presentato oggi, martedì 22 gennaio 2019, dalla Commissione europea al al museo ebraico…

22 Gen 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Savona: «Parlare di manovra correttiva è una malattia mentale»

«Torna una fissazione, quella che io considero una malattia mentale e cioè che occorra fare una manovra correttiva». Lo ha detto il ministro degli Affari…

22 Gen 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Bankitalia: «In calo i prestiti alle imprese»

«La domanda di prestiti da parte delle imprese registrerebbe una lieve contrazione nel primo trimestre del 2019 mentre quella da parte delle famiglie continuerebbe a…

22 Gen 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia