Il nuovo volto di Yahoo! | T-Mag | il magazine di Tecnè

Il nuovo volto di Yahoo!

di Matteo Buttaroni

yahooPer una volta è andata al contrario, ovvero dalle stalle alle stelle. Yahoo!, come la fenice, è pronta a rinascere dalle sue stessi ceneri, grazie alla spinta data dalla poco tempo fa eletta Ceo, Marissa Mayer. La prova della sua tenacia l’ha data qualche giorno fa al Ces di Las Vegas dove, sebbene si trattasse di un evento quasi totalmente incentrato sugli hardware, una folla grandissima di interessati pendeva dalle labbra della 38enne.
Basta infatti pensare che dal suo arrivo ai vertici il titolo in borsa è salito del 50% per crescere ancor di più oggi, a pochi giorni dalla presentazione della nuova veste di Yahoo!. Tra il 2012 ed oggi la crescita è stata esponenziale. Alla fine del primo trimestre del 2012, (la Mayer è entrata alla guida in luglio), si presentava con un valore di 23 centesimi ad azione, al termine dello stesso periodo del 2013 il valore si aggirava intorno ai 35 centesimi per azione mentre oggi viaggia intorno ai 41, un punto in più rispetto alla chiusura che ha preceduto la presentazione del progetto da parte di Marissa Mayer.
Un progetto che punta in primis alla pubblicità, fino ad oggi un punto dolente di casa Yahoo!, il che avverrà mediante la “messa in onda” di un un brand unico per l’offerta pubblicitaria, Yahoo Advertising, e attraverso una piattaforma dedicata unicamente agli inserzionisti, il servizio Yahoo Admaneger: una piattaforma che consentirà agli inserzionisti di acquisire una serie di strumenti per gestire gli spazi pubblicitari in maniera del tutto autonoma.
Non solo pubblicità, sul palco di Las Vegas si è infatti parlato anche di giornalismo, editoria online e informazione. “Siamo una media company”, ha esordito Marissa Mayer che dal suo arrivo ai piani alti del colosso di Sunnywale, in California, non ha fatto altro che puntare su start-up finalizzate proprio a fornire agli internauti una sfilza di informazioni di tipo culinario, hi tech e non solo. Via dunque ai Digital Magazine made in Yahoo!.
La prima mossa compiuta dalla Mayer è stata quella di convocare esperti del settore. Due in particolare: Katie Couric, ex anchorwoman per Cbs ed Nbc, e David Pogue, esperto di tecnologie ed ex penna del New York Times. Lo scopo della prima sarà quello di guidare un team per il monitoraggio e per la selezione delle notizie più importanti e più di tendenza della giornata, mentre lo scopo di Pogue sarà quello di spiegare le tecnologie. Tutto ciò di cui si occuperà Pogue sarà pubblicato su Tumblr, altro recente acquisto guidato dalla Mayer per un costo di 1,1 miliardi di dollari.
Spalla della Mayer, è salito sul palco Nick D’Alosio, la mente di Slummy, venduta a Yahoo! per 30 milioni di dollari, che l’ha disegnata come un’applicazione, ribattezzata News Digest, che due volte al giorno, grazie ad un monitoraggio manuale e mediante algoritmo, riassume le notizie più importanti della giornata evitando il disordine dovuto all’incessante flusso di notizie che corrono in rete. Altra punta di diamante del progetto è Aviate, un’applicazione in grado di suggerire le app più in voga in quel momento. A quanto pare, dunque, la Mayer ha svelato a Las Vegas tutti gli alberi del frutteto Yahoo!. Ora bisogna solo aspettare i frutti.

segui @MatteoButtaroni

 

Scrivi una replica

News

Governo, Di Maio: «C’è totale energia e sintonia con Salvini e Conte»

«L’incontro è andato molto bene». Lo ha detto il capo politico del Movimento 5 stelle, Luigi Di Maio, intervenendo al termine del vertice con il…

25 Mag 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Governo, Conte: «Mattinata di lavoro molto proficua»

«Mattinata di lavoro molto proficua». Lo ha scritto su Twitter il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, postando una foto che lo ritrae con Luigi Di…

25 Mag 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Governo, Gentiloni: «Per andare fuori strada a volte bastano poche settimane»

«Risalire una china per cinque lunghi anni come l’Italia ha fatto non è semplice: purtroppo ad andare fuori strada non servono cinque anni ma pochi…

25 Mag 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti: Harvey Weinstein si è consegnato alla polizia

Harvey Weinstein, importante produttore cinematografico statunitense da tempo sotto i riflettori per una serie di scandali legati alle accuse di molestie che gli sono state…

25 Mag 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia