Tabacchi, nel 2013 l’Erario ha perso 730 milioni di mancate imposte sulla vendita | T-Mag | il magazine di Tecnè

Tabacchi, nel 2013 l’Erario ha perso 730 milioni di mancate imposte sulla vendita

Nel corso del 2013 l’Erario ha perso ben 730 milioni di mancate imposte sulla vendita di tabacco. E Il crollo delle vendite nuoce drammaticamente non solo alle casse dello Stato ma anche a quelle delle nostre tabaccherie” dichiara Giovanni Risso, Presidente Nazionale FIT – Federazione Italiana Tabaccai.
Contrabbando, contraffazione, sigaretta elettronica e crisi economica, sono i motivi che hanno procurato questa dura battuta d’arresto in un settore in cui operano 56 mila aziende nelle quali operano quasi 150 mila lavoratori, più di 100 mila famiglie. Aziende che oggi si trovano a far fronte ad oltre 100 milioni di euro di mancati incassi sotto forma di aggio che, a loro volta, avrebbero generato non meno di 30 milioni di imposte.
“Sono dati ancor più allarmanti se letti alla luce della quantità di tabacchi venduti. – continua Risso – Infatti, negli ultimi 10 anni, si è registrata una contrazione delle vendite di circa 21 milioni di chilogrammi, di cui oltre 10 milioni solo nel periodo 2011/2013”.
“È quindi drammaticamente urgente – conclude il Presidente Nazionale della Federazione Italiana Tabaccai – avviare il tavolo delle trattative per l’aumento dell’aggio spettante alle tabaccherie, oggi duramente colpite da questa terribile battuta d’arresto”.
E’ quanto comunica la Federazione italiana tabaccai.

 

Scrivi una replica

News

Dombrovskis: «Il governo italiano sta andando contro gli impegni presi»

«L’Europa è costruita sulla cooperazione, l’Eurozona è costruita su stretti legami di fiducia con regole che sono le stesse per tutti, quindi se la fiducia…

23 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

La Commissione europea ha bocciato la manovra

La Commissione Ue ha rigettato il Documento programmatico di bilancio illustrato dal governo italiano e ne ha chiesto uno nuovo, che dovrà essere presentato entro…

23 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mattarella: «Imparare la lingua italiana è una priorità per coloro che sono giunti in Italia di recente»

«Per coloro che sono giunti in Italia di recente, la lingua rappresenta il primo strumento nel cammino di integrazione. Importante e prezioso è il ruolo…

23 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Dl Fiscale, il testo è stato firmato dal presidente della Repubblica

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha firmato il decreto fiscale. Il testo è arrivato al Quirinale dopo il via libera della Ragioneria. Tra le…

23 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia