Hollande: “Nel 2013 risultati importanti”. E sull’affaire Gayet: “Oggi non rispondo” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Hollande: “Nel 2013 risultati importanti”. E sull’affaire Gayet: “Oggi non rispondo”

“Nel 2013 ci sono stati risultati importanti nella zona euro, anche i Paesi più malandati oggi possono finanziarsi sul mercato, ma questi progressi non sono sufficienti, bisogna fare di più”, è quanto affermato da Francois Hollande nel corso dell’annuale conferenza stampa.
“La Francia – aggiunge – deve riscoprire la sua forza economica, forza che ha perso negli ultimi anni a causa della lunga crisi che ha afflitto il Paese. Non abbiamo ancora vinto la lotta. La crescita dovrà essere vigorosa, la più vigorosa possibile e si raggiungerà con la mobilitazione di tutti, in particolare con quella delle imprese.
Bisogna produrre di più e meglio. Da qui fino al 2017 per le imprese e per i lavoratori dipendenti sarà la fine delle contribuzioni familiari, si tratta di 30 miliardi di euro in termini di oneri”.
Fino ad oggi, continua, abbiamo creato cento mila posti di lavoro per i giovani e ne aggiungeremo presto altri 50 mila. Il 2014 non sarà l’anno per uscire dalla crisi o dalla recessione, sarà l’anno per rilanciare la crescita in Europa. Il futuro dell’Europa è il futuro della Francia”.
Sulla presunta relazione con l’attrice Julie Gayet il presidente francese ha detto: “Gli affari privati si trattano in ambito privato, non è luogo e momento per farlo. Non risponderò oggi a nessuna domanda su questo argomento. Per me è un momento doloroso”.

 

Scrivi una replica

News

Brexit, Tusk: «Uno scenario di non accordo è più probabile rispetto al passato»

Sulla Brexit «dobbiamo restare fiduciosi e determinati, poiché c’è volontà di continuare questi negoziati da entrambe le parti». Lo ha scritto il presidente del Consiglio…

16 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Manovra, Juncker: «Una deviazione dell’Italia sarebbe inaccettabile per altri Paesi»

«Se accettassimo il derapage» previsto dalla manovra rispetto alle regole europee «alcuni Paesi ci coprirebbero di ingiurie e invettive con l’accusa di essere troppo flessibili…

16 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conte: «Serve una gestione condivisa per i migranti»

«Il Consiglio europeo arriva in un momento in cui i cittadini attendono dall’Ue risposte concrete. Le elezioni europee porteranno a una nuova Commissione: dovremo lavorare…

16 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conte: «Bisogna ridurre il gap di crescita con l’Ue»

«È fondamentale per il nostro Paese ridurre il gap di crescita con l’Ue orientando la spesa verso equilibrio e stabilità». Così il primo ministro, Giuseppe…

16 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia