Marò, l’Italia presenta ricorso alla Corte Suprema indiana | T-Mag | il magazine di Tecnè

Marò, l’Italia presenta ricorso alla Corte Suprema indiana

Di fronte al rinvio di Nuova Delhi della presentazione dei capi di accusa nei confronti dei due marò, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, il governo italiano ha deciso di presentare un ricorso alla Corte Suprema indiana. Lo riferisce l’agenzia di stampa Ansa. Stando a quanto si apprende la “petition” mira a “scongiurare l’uso di una legge antiterrorismo”.
“Il ricorso la Corte suprema a prendere posizione per ricordare agli investigatori e al governo indiano che la legge che New Delhi utilizza per reprimere la pirateria marittima (SUA Act) non è fra gli strumenti (codici, leggi e convenzioni) specificate dallo stesso massimo tribunale nelle sue sentenze del 18 giugno e 26 aprile 2013 per condurre l’inchiesta e processare Latorre e Girone. Una eventuale introduzione di questa legge, ha sostenuto la fonte, “cambierebbe radicalmente lo scenario del processo, perché si tratta di uno strumento antiterrorismo”, inapplicabile a personale militare italiano imbarcato in funzioni di lotta alla pirateria. Approvata nel 2002, il SUA act capovolge l’onere della prova sull’imputato, si estende in acque internazionali e prevede una richiesta automatica di pena di morte.

 

Scrivi una replica

News

Brexit, Tusk: «Uno scenario di non accordo è più probabile rispetto al passato»

Sulla Brexit «dobbiamo restare fiduciosi e determinati, poiché c’è volontà di continuare questi negoziati da entrambe le parti». Lo ha scritto il presidente del Consiglio…

16 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Manovra, Juncker: «Una deviazione dell’Italia sarebbe inaccettabile per altri Paesi»

«Se accettassimo il derapage» previsto dalla manovra rispetto alle regole europee «alcuni Paesi ci coprirebbero di ingiurie e invettive con l’accusa di essere troppo flessibili…

16 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conte: «Serve una gestione condivisa per i migranti»

«Il Consiglio europeo arriva in un momento in cui i cittadini attendono dall’Ue risposte concrete. Le elezioni europee porteranno a una nuova Commissione: dovremo lavorare…

16 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conte: «Bisogna ridurre il gap di crescita con l’Ue»

«È fondamentale per il nostro Paese ridurre il gap di crescita con l’Ue orientando la spesa verso equilibrio e stabilità». Così il primo ministro, Giuseppe…

16 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia