Parlamento europeo: “Al via valutazione sul lavoro svolto dalla Troika” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Parlamento europeo: “Al via valutazione sul lavoro svolto dalla Troika”

I salvataggi dei paesi della zona euro sono legati a delle condizioni rigorose imposte dai rappresentanti dei creditori internazionali – Commissione europea, BCE e FMI – la cosiddetta Troika. Poiché sono stati espressi dei dubbi in merito ai metodi di lavoro della Troika, il Parlamento ha avviato un’indagine sulla questione. I primi passi dell’inchiesta hanno visto una serie di visite nei paesi che hanno ricevuto assistenza finanziaria e alcune audizioni di alto livello.
L’analisi del lavoro della Troika è portato avanti dalla commissione per i Problemi economici e monetari (ECON). Due relatori sono a capo dell’iniziativa: il socialista francese, Liem Hoang Ngoc, e l’europarlamentare austriaco del centro-destra, Othmar Karas.
Durante la prima e seconda settimana di gennaio una delegazione della commissione ECON ha visitato Cipro e il Portogallo. Più tardi questo mese, la stessa delegazione si recherà in Irlanda e in Grecia. Queste visite prevedono degli incontri di alto livello con ministri e rappresentanti della società civile.
Il vicepresidente del Parlamento Karas ha insistito sulla legittimità democratica delle decisioni prese nel quadro dei programmi di aiuto. “Il Parlamento europeo deve co-decidere sulle decisioni comuni europee. Non è sufficiente dire, i governi nazionali sono democraticamente legittimati ed è per questo che non abbiamo bisogno più bisogno del Parlamento europeo. Ciò significherebbe mettere gli orologi indietro di decenni”, ha aggiunto Karas.
“Questa inchiesta è stata istituita per fornire risposte a tutti coloro la cui vita è stata influenzata dalla Troika. Da quando la Troika è intervenuta la prima volta in Grecia, vi è la necessità di valutare in modo trasparente e democratico se esso sia stato il metodo d’azione migliore”, ha detto Hoang Ngoc.
Per tutta la terza settimana di gennaio ECON organizzerà varie audizioni in cui i politici attuali ed ex della Troika prenderanno la parola. Tra gli altri interverranno: Olli Rehn, commissario agli affari economici e monetari, Jean-Claude Trichet, ex presidente della BCE, Klaus Regling, il direttore del Meccanismo europeo di stabilità.
La valutazione della Troika proseguirà durante i primi mesi dell’anno. La votazione in plenaria della relazione finale dovrebbe avvenire a marzo.
E quanto si legge in una nota diffusa martedì sera dall’Europarlamento.

 

Scrivi una replica

News

Tria: «Il Governo non mette in discussione l’euro»

«La linea del Governo è che l’euro non è in discussione». Lo ha detto Giovanni Tria, ministro dell’Economia, a chi gli chiedeva quale fosse la…

21 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

S&P: «Il mercato dei bond verdi è cresciuto dell’85% nel 2017»

Michael Wilkins, managing director sustainable finance di Standard & Poor’s, ha sottolineato, nel corso dell’Italian sustainable finance & investments conference, che «il mercato globale dei…

21 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, Juncker: «Theresa May è un partner negoziale affidabile»

«La premier britannica Theresa May è un partner negoziale affidabile per il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker». Lo ha detto lo stesso Jean-Claude Juncker,…

21 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Nato: «Non è scontato il legame tra l’Ue e gli Usa»

«I legami fra Europa e Nord America vanno difesi nell’interesse della sicurezza dell’Occidente, ma non sono scontati. Non è inciso sulla pietra che il legame…

21 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia