Ancora giù redditi e consumi | T-Mag | il magazine di Tecnè

Ancora giù redditi e consumi

consumi_crisi_economicaA causa della riduzione del reddito delle famiglie, tornato ai livelli di 30 anni fa (17.400 euro nel 2014 e 17.200 euro nel 1986) e dell’aumento continuo delle spese obbligate (come i mutui, gli affitti e la sanità, i carburanti, l’acqua, l’elettricità e il gas) nel giro di vent’anni i consumi degli italiani sono cresciuti complessivamente solo del 12,3% e solo del 6% procapite. E’ quanto rilevato dalla Confcommercio nel Rapporto Consumi. Secondo l’analisi tra il 2007 ed oggi il reddito delle famiglie italiane è sceso del 13,1%, per un totale di circa 2.590 euro l’anno a testa. Di conseguenza ad oggi i consumi sono inferiori del 7,6% rispetto al periodo pre-crisi e del 2,5% rispetto allo scorso anno.
In modo particolare il calo ha interessato i beni, con un -4%, mentre i servizi sono scesi in maniera più contenuta, registrando un -1,2%. Per questo la Confcommercio parla di una terziarizzazione dei consumi: ad oggi i servizi rappresentano il 53% della spesa delle famiglie, in aumento rispetto al 50% del 2009 e al 41,8% del 1992. Le spese per i beni sono invece scese dal 58,2% di venti anni fa al 47%.
Considerando la spesa per i beni, dallo studio emerge che i cali più rilevanti hanno interessato i pasti in casa/fuori casa e l’alimentazione domestica, rispettivamente con un -4,1% e un -4-6%. Notevole anche il calo riportato da viaggi e vacanze, -3,8%; da abbigliamento e calzature, -6,3%; e dai beni per il benessere, -3,5%.
Tornando invece ai servizi, nei quali rientrano le spese obbligate già elencate in precedenza, risulta che nel giro di vent’anni il valore aggiunto sia passato dal 66,5% al 74%. Solo le spese obbligate coprono ormai il 41% delle spese totali e in particolare quelle legate alle abitazioni sono passate dal 17,1% del ’92 al 23,9%.
Secondo le stime della Confcommercio dunque, rispetto ai 14.300 euro del 1992, tolte le spese agli italiani rimangono in tasca 10.900 euro l’anno.

 

Scrivi una replica

News

Commercio, a giugno export dei prodotti industriali in crescita

«A giugno 2018 si stima una crescita congiunturale per le esportazioni (+4,6%) e un più contenuto aumento per le importazioni (+0,3%). Il sostenuto incremento congiunturale…

10 Ago 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Regno Unito, nel secondo trimestre Pil in crescita dello 0,4% su base mensile

Nel secondo trimestre 2018, il Prodotto interno lordo del Regno Unito è cresciuto dello 0,4% su base mensile. Lo rende noto l’Office for Nationals Statistics,…

10 Ago 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Giappone, Pil in crescita dello 0,5% nel secondo trimestre

Il Pil del Giappone nel secondo trimestre del 2018 ha registrato una crescita dello 0,5% su base trimestrale e dell’1,9% su base annuale. I dati…

10 Ago 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Trump: «Usa raddoppia dazi su metalli della Turchia, passando dal 10 al 20%»

«Ho appena autorizzato un raddoppio dei dazi sull’acciaio e l’alluminio della Turchia in quanto la loro valuta, la lira turca, è in rapido calo nei…

10 Ago 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia