Squinzi: “Abbiamo bisogno di fare tante riforme” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Squinzi: “Abbiamo bisogno di fare tante riforme”

“Le banche hanno liquidità, ma non c’è domanda di credito, perché non c’è la fiducia. Noi abbiamo bisogno di fare tante riforme. Abbiamo un ritardo accumulato su questo fronte, e non mi riferisco solo al lavoro ma anche al fisco e alla pubblica amministrazione, per cui dobbiamo trovare il coraggio di farle, queste riforme”. Così il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi. “Oggi la priorità – ha aggiunto – è ritrovare la crescita. La situazione è drammatica. L’edilizia, ad esempio, ha perso il 60 per cento dei volumi produttivi dal 2007 ad oggi. Abbiamo perso 600 mila posti di lavoro nel settore delle costruzioni. Il Paese ne ha perso oltre un milione. Quindi noi dobbiamo ritrovare la crescita, che non può venire che dall’impresa. Solo l’azienda è capace di creare lavoro e solo il lavoro può generare il progresso economico, civile e sociale. Per ritrovare la crescita è necessaria più fiducia da parte degli investori italiani ed esteri e per avere più fiducia bisogna che la politica crei le condizioni giuste al contorno”.

 

Scrivi una replica

News

Commercio, a giugno export dei prodotti industriali in crescita

«A giugno 2018 si stima una crescita congiunturale per le esportazioni (+4,6%) e un più contenuto aumento per le importazioni (+0,3%). Il sostenuto incremento congiunturale…

10 Ago 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Regno Unito, nel secondo trimestre Pil in crescita dello 0,4% su base mensile

Nel secondo trimestre 2018, il Prodotto interno lordo del Regno Unito è cresciuto dello 0,4% su base mensile. Lo rende noto l’Office for Nationals Statistics,…

10 Ago 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Giappone, Pil in crescita dello 0,5% nel secondo trimestre

Il Pil del Giappone nel secondo trimestre del 2018 ha registrato una crescita dello 0,5% su base trimestrale e dell’1,9% su base annuale. I dati…

10 Ago 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Trump: «Usa raddoppia dazi su metalli della Turchia, passando dal 10 al 20%»

«Ho appena autorizzato un raddoppio dei dazi sull’acciaio e l’alluminio della Turchia in quanto la loro valuta, la lira turca, è in rapido calo nei…

10 Ago 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia