Nei primi sei mesi fallimenti in aumento del 14,3% | T-Mag | il magazine di Tecnè

Nei primi sei mesi fallimenti in aumento del 14,3%

imprese chiuseContinua a crescere il numero dei fallimenti delle aziende. Nel secondo trimestre del 2014 sono stati 4.241: il 14,3% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Nel complesso dei primi sei mesi i fallimenti hanno riguardato 8.120 aziende, mostrando un aumento del 10,5% rispetto al primo semestre del 2013. E’ questo il quadro emerso da un’analisi condotta dal Ceved.
Lo studio spiega inoltre che l’enorme massa di fallimenti che hanno interessato il settore dell’artigianato tra il 2008 e il 2012 ha generato oltre mezzo milione di disoccupati.
A livello territoriale è possibile notare come i fallimenti interessino tutto il Paese. L’aumento più alto rispetto al 2013 si rileva nel Mezzogiorno, con un +14%. Particolarmente elevato anche l’aumento nelle Isole, dove si registra un +10,7% rispetto all’anno precedente. Il livello più basso si rileva invece nel Nord-Est, con il 5,5%.
Come sottolinea l’amministratore delegato del Cerved, Giannandrea De Bernardis, il sistema delle piccole e medie imprese sta attraversando un periodo delicato. “La nuova recessione – spiega – sta spingendo fuori dal mercato anche aziende che avevano superato con successo la prima fase della crisi e che stanno pagando il conto sia al credit crunch sia a una domanda da troppo tempo stagnante”.
Tre quarti dei casi di fallimento riguarda le società di capitale mentre quelle di persone fallite sono il 5,9% in più rispetto al 2013.
Guardando invece ai settori, quello dei servizi è quello che ha registrato l’aumento più elevato, con il 15,7% in più rispetto al primo semestre del 2013. Le imprese edili fallite nei primi sei mesi del 2014 sono state il 8,2% in più rispetto all’analogo periodo dl 2013. Aumento invece del 4,5% per quelle manifatturiere.

 

Scrivi una replica

News

Dombrovskis: «Il governo italiano sta andando contro gli impegni presi»

«L’Europa è costruita sulla cooperazione, l’Eurozona è costruita su stretti legami di fiducia con regole che sono le stesse per tutti, quindi se la fiducia…

23 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

La Commissione europea ha bocciato la manovra

La Commissione Ue ha rigettato il Documento programmatico di bilancio illustrato dal governo italiano e ne ha chiesto uno nuovo, che dovrà essere presentato entro…

23 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mattarella: «Imparare la lingua italiana è una priorità per coloro che sono giunti in Italia di recente»

«Per coloro che sono giunti in Italia di recente, la lingua rappresenta il primo strumento nel cammino di integrazione. Importante e prezioso è il ruolo…

23 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Dl Fiscale, il testo è stato firmato dal presidente della Repubblica

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha firmato il decreto fiscale. Il testo è arrivato al Quirinale dopo il via libera della Ragioneria. Tra le…

23 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia