Editoria, gli italiani preferiscono (ancora) la tv | T-Mag | il magazine di Tecnè

Editoria, gli italiani preferiscono (ancora) la tv

di Ettore Bussi

editoria_onlineCome ogni anno la Reuters e l’università di Oxford hanno stilato il News Report, che monitora lo stato dell’informazione nello “spazio digitale”. Lo studio prende in esame anche i mezzi di informazione tradizionali quali tv, radio e giornali, mettendoli a confronto con quelli digitali.
Per quanto riguarda la fruizione di notizie in rete in Italia, dove i media tradizionali hanno il maggior peso, il sito più consultato risulta essere La Repubblica.it (29%), seguito da Ansa e Google News (22%), al terzo posto Corriere.it (19%), quarto TgCom.it (18%) e al quinto posto Il Fatto Quotidiano.it e La Stampa.it (16%). I social network più utilizzati settimanalmente per la ricerca di notizie sono Facebook (nel 55% dei casi), YouTube (25%), WhatsApp (18%), Google+ (11%) e infine Twitter (10%).
Secondo i dati emersi da un’indagine AgCom, invece, nel 90% dei casi i cittadini italiani utilizzano come fonte di informazioni i media tradizionali (tv, quotidiani cartacei, radio). Una pratica che nel 55% dei casi riguarda anche i giornalisti. Per quanto riguarda invece le testate online, risultano essere consultate nel 36% dei casi dai cittadini e nel 57% dai giornalisti. Più marcata la differenza tra la fruizione di Agenzie di stampa da parte di cittadini (il 7%) e giornalisti (70%).
Dall’analisi emerge dunque una maggiore propensione all’utilizzo di fonti di informazione “nuove” da parte di giornalisti rispetto al resto della popolazione. Nel 54% dei casi, infatti, i giornalisti utilizzano i social network per reperire informazioni, contro il 12% del resto della popolazione.
Il settore dell’informazione, che si parli di media online o tradizionale, sta attraversando nel nostro paese un periodo non proprio roseo: è ormai dal 2010 che il settore non cresce, in particolare il settore dell’informazione tradizionale. Internet, invece, mostra un aumento dei ricavi. In crisi, invece, il mondo dell’editoria quotidiana che dal 2009 ha perso oltre 1 miliardo di euro di ricavi, un calo del 35%.

 

Scrivi una replica

News

Ocse: “Da aumento tassi di interesse rischi per il debito pubblico”

L’incremento dei tassi di interesse pone una “sfida significativa” sui bilanci dei Paesi dell’area OCSE. Lo sottolinea l’OCSE, l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo…

23 Feb 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Siria, oltre duemila persone morte a Ghouta negli ultimi tre mesi

Negli ultimi tre mesi, oltre duemila civili sono stati uccisi a Ghouta, l’area est di Damasco occupata dai cosiddetti ribelli, che il governo siriano sta…

23 Feb 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Corea del Nord, Trump: “Presto il pacchetto di sanzioni più grande di sempre”

“Stiamo lanciando il pacchetto di sanzioni contro la Corea del Nord più grande di sempre”. Lo ha annunciato il presidente degli Stati Uniti, Donald J.Trump.…

23 Feb 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Calcio, sorteggiati gli ottavi di finale: Lazio-Dinamo Kiev e Milan-Arsenal

A Nyon, in Svizzera, sono stati sorteggiati gli ottavi di finale di Europa League. La Lazio ha pescato gli ucraini della Dinamo Kiev mentre il…

23 Feb 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia