Device: bene le spedizioni ma scende la spesa | T-Mag | il magazine di Tecnè

Device: bene le spedizioni ma scende la spesa

Secondo le previsioni di Gartner saranno 2,5 miliardi i dispositivi (sostanzialmente smartphone, tablet e pc) spediti a fine 2015. La diffusione dei low cost farà però scendere il giro d’affari

italiani_smartphoneNel 2015, per la prima volta dal 2010, la spesa per i dispositivi tecnologici potrebbe calare. E’ quanto stima Gartner spiegando che il fenomeno sarà causato dal successo sui mercati occidentali dei dispositivi a basso costo cinesi e dall’allontanamento dei consumatori dai pc, saliti di prezzo per la “svalutazione delle monete locali nei confronti del dollaro”.
Gartner parla, infatti, di calo della spesa e non di spedizioni (che comunque rallenteranno la crescita, trainata quasi esclusivamente dalla telefonia mobile) le quali, secondo la ricerca, metteranno a segno, entro la fine del 2015, un +1,5% rispetto allo scorso anno (le previsioni dello scorso trimestre indicavano un +2,8%), a 2,5 miliardi di device. La spesa si attesterà invece a 606 miliardi di dollari, il 5,7% in meno rispetto al 2014.
Altro fattore che inciderà sui risultati di fine anno del comparto sarà la contrazione delle vendite di dispositivi ultra-mobile (tablet e phablet). Si tratta di dispositivi che, per come concepiti e realizzati, prevedono una “vita” prolungata e non richiedono, quindi, un aggiornamento costante a dispositivi di generazioni successive (anche perché, tra i vari dispositivi tecnologici, sono quelli che presentano un livello di innovazione più scarso tra il generazione e generazione di device).
Secondo le stime le spedizioni di tablet e simili subiranno un calo anno su anno del 5,3% a fine 2015, attestandosi a 214 milioni.
Passando invece al mercato globale dei Personal computer, Gartner stima un calo delle vendite pari al 4,5% annuo, con previsioni poco rosee anche per il 2016 e per il 2017. Nel corso del 2015 saranno spedite circa 300 milioni di unità.
Dunque l’unico mercato che si confermerà in crescita sarà quello degli smartphone e dei cellulari che presenterà un aumento del 3,3% delle spedizioni a discapito però della spesa, che non mostrerà il medesimo vigore del passato a causa della massiccia diffusione di device low cost.

(articolo pubblicato il 9 luglio su Tgcom24)

 

Scrivi una replica

News

Unione petrolifera: “Consumi in calo nel 2017 dell’1,6%”

“Nel 2017 i consumi petroliferi sono stati pari a 58,5 milioni di tonnellate, con un decremento dell’1,6% (-932.000 tonnellate) rispetto allo stesso periodo del 2016.…

18 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, sussidi disoccupazione ai minimi dal 1973

Sono calate di 41.000 unità le richieste di sussidi alla disoccupazione negli Stati Uniti la scorsa settimana, toccando quota 220.000 e segnando i minimi dal…

18 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ue: “Iva, meno burocrazia per le pmi”

“Più flessibilità e norme comuni sull’Iva per gli Stati, agevolazioni e meno burocrazia per le pmi”. È questa l’ultima misura avanzata dalla Commissione Ue nel…

18 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Banche, Commissione europea: “In Italia ottimi progressi sugli Npl”

Tra i Paesi dell’Unione europea, l’Italia è tra quelli che hanno ottenuto i risultati migliori nella riduzione della propria quota di Npl, i crediti deteriorati.…

18 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia