Device: bene le spedizioni ma scende la spesa | T-Mag | il magazine di Tecnè

Device: bene le spedizioni ma scende la spesa

Secondo le previsioni di Gartner saranno 2,5 miliardi i dispositivi (sostanzialmente smartphone, tablet e pc) spediti a fine 2015. La diffusione dei low cost farà però scendere il giro d’affari

italiani_smartphoneNel 2015, per la prima volta dal 2010, la spesa per i dispositivi tecnologici potrebbe calare. E’ quanto stima Gartner spiegando che il fenomeno sarà causato dal successo sui mercati occidentali dei dispositivi a basso costo cinesi e dall’allontanamento dei consumatori dai pc, saliti di prezzo per la “svalutazione delle monete locali nei confronti del dollaro”.
Gartner parla, infatti, di calo della spesa e non di spedizioni (che comunque rallenteranno la crescita, trainata quasi esclusivamente dalla telefonia mobile) le quali, secondo la ricerca, metteranno a segno, entro la fine del 2015, un +1,5% rispetto allo scorso anno (le previsioni dello scorso trimestre indicavano un +2,8%), a 2,5 miliardi di device. La spesa si attesterà invece a 606 miliardi di dollari, il 5,7% in meno rispetto al 2014.
Altro fattore che inciderà sui risultati di fine anno del comparto sarà la contrazione delle vendite di dispositivi ultra-mobile (tablet e phablet). Si tratta di dispositivi che, per come concepiti e realizzati, prevedono una “vita” prolungata e non richiedono, quindi, un aggiornamento costante a dispositivi di generazioni successive (anche perché, tra i vari dispositivi tecnologici, sono quelli che presentano un livello di innovazione più scarso tra il generazione e generazione di device).
Secondo le stime le spedizioni di tablet e simili subiranno un calo anno su anno del 5,3% a fine 2015, attestandosi a 214 milioni.
Passando invece al mercato globale dei Personal computer, Gartner stima un calo delle vendite pari al 4,5% annuo, con previsioni poco rosee anche per il 2016 e per il 2017. Nel corso del 2015 saranno spedite circa 300 milioni di unità.
Dunque l’unico mercato che si confermerà in crescita sarà quello degli smartphone e dei cellulari che presenterà un aumento del 3,3% delle spedizioni a discapito però della spesa, che non mostrerà il medesimo vigore del passato a causa della massiccia diffusione di device low cost.

(articolo pubblicato il 9 luglio su Tgcom24)

 

Scrivi una replica

News

Ue, Di Maio: «L’Italia non ratificherà il Ceta»

L’Italia non ratificherà il CETA, il trattato di libero scambio negoziato tra Canada e Unione europea. Così il ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro,…

13 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Trump: «Regno Unito e Stati Uniti stringeranno un accordo di libero scambio»

Stati Uniti e Regno Unito creeranno un’area di libero scambio. Lo ha annunciato il presidente statunitense, Donald J.Trump, intervenendo in occasione del suo incontro con…

13 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conti pubblici, Bankitalia: «A maggio debito pubblico in aumento a 2.327 miliardi»

A maggio 2018, il debito pubblico italiano ha raggiunto i 2.327 miliardi di euro. Lo rende noto la Banca d’Italia attraverso la diffusione del supplemento…

13 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Bitcoin, Uif: «La criminalità organizzata si serve anche delle valute virtuali»

La criminalità organizzata si serve anche delle «valute virtuali» per «il reinserimento dei proventi illeciti nell’economia regolamentata». Così il direttore della Unità di informazione per…

13 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia