Terrorismo, Mattarella: “E’ un buco nero di umanità. Non sottovalutarlo” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Terrorismo, Mattarella: “E’ un buco nero di umanità. Non sottovalutarlo”

“Intorno al Mediterraneo è aperta la terribile sfida di Daesh, l’autoproclamato Stato islamico, incubatore e magnete di terrorismo, portatore di una concezione barbara, che strumentalizza l’Islam a meri fini di potere. Il terrorismo è un buco nero di umanità. Guai a sottovalutarlo, sotto ogni profilo, a partire dalla sicurezza interna. Dobbiamo, tuttavia, fare molta attenzione a condurre nel modo giusto, più adeguato, questa battaglia.
Per prevalere è essenziale infatti impegnarsi con fermezza e determinazione, senza cedere a reazioni emotive e senza rinunciare ai nostri valori, respingendo le pulsioni islamofobiche e la narrazione dello scontro di civiltà tra Occidente e mondo musulmano.
Quella che dobbiamo intraprendere e stiamo svolgendo è una battaglia politica e culturale, prima ancora che militare, contro l’estremismo e il fanatismo, contro chi fomenta divisioni, odio e radicalismo, soprattutto tra le generazioni più giovani, negli ambienti più emarginati. Abbiamo bisogno non di una guerra di civiltà, ma di un “patto di civiltà” che riscopra quell’interazione positiva tra Islam e Occidente che la storia ha già conosciuto. Un’interazione che deve prosciugare i giacimenti di odio e deve provare a definire politiche di sviluppo e principi comuni, a partire dai diritti fondamentali della persona umana, ponendo fine alle persecuzioni per ragioni etniche o religiose come nel caso delle comunità cristiane in Oriente.
L’Italia è a fianco dei Paesi che, sull’altra sponda del Mediterraneo, sono in prima linea nella lotta contro l’oscurantismo e l’inciviltà, per l’affermazione dei valori della vita contro quelli della sopraffazione e della morte.
Anche nella lotta contro il terrorismo internazionale rimane centrale il rapporto transatlantico tra Paesi liberi, caposaldo della nostra politica estera. In un mondo in cui l’Asia e l’America Latina, alla quale ci legano forti elementi di vicinanza, hanno di molto aumentato il loro peso specifico – e bene sta facendo la diplomazia italiana intensificando le relazioni in questi Continenti – la comunità atlantica è in grado di esercitare un ruolo di leadership solo se le due sponde restano unite e mantengono una unità di valori e agiscono secondo logiche cooperative; se si dimostrano capaci – e certamente lo saranno – di offrire una valutazione condivisa delle minacce alla sicurezza internazionale che devono fronteggiare”, così il presidente Mattarella nel corso della Conferenza degli Ambasciatori d’Italia.

 

Scrivi una replica

News

Alitalia, Gubitosi: “La compagnia ha tanti soldi in cassa”

Alitalia “ha tanti soldi in cassa”. Lo ha detto il commissario straordinario della compagnia, Luigi Gubitosi, replicando alle domande dei parlamentari nel corso di un’audizione…

22 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Manovra, Ue: “Non annacquare le sue disposizioni principali”

“Riconosciamo che l’Italia ha fatto molti sforzi di recente per la competitività e la crescita”, ma “è cruciale” che adotti la manovra 2108 “senza annacquare…

22 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Vaccini, bocciati tutti i ricorsi presentati dalla Regione Veneto

Tutte le questioni prospettate nei ricorsi della Regione Veneto sull’obbligo dei vaccini non sono fondate. Lo ha stabilito la Corte Costituzionale. I giudici hanno spiegato…

22 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ratko Mladic condannato all’ergastolo per crimini contro l’umanità

Ratko Mladic – ex comandante dell’esercito serbo bosniaco – è stato condannato all’ergastolo dal Tribunale penale internazionale dell’Aja. È stato riconosciuto colpevole di genocidio e…

22 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia