La verità sul lavoro | T-Mag | il magazine di Tecnè

La verità sul lavoro

Il corsivo della settimana
di Fabio Germani

lavoro_disoccupazioneI numeri estivi sul lavoro, di norma, non quantificano un trend: sono volatili, perché concorrono mille fattori a renderli positivi o negativi. C’era da aspettare l’autunno, poi l’autunno è arrivato e ha portato in dote un entusiasmo più che contenuto. Perché se c’è una tendenza, al momento, quella riguarda due risultati in fondo complementari: il calo del tasso di disoccupazione e un aumento degli inattivi. Perciò quando si legge sui giornali cose del tipo “scende la disoccupazione, minimo dal 2012” sappiate che l’informazione è vera a metà. Non è che il tasso di disoccupazione in discesa sia un evento da festeggiare sempre, in mancanza di altri indicatori o altri numeri che lo sostengano. Per dire, in un momento come quello che stiamo attraversando, ormai da un po’, con un mercato del lavoro così frammentato e con l’occupazione che stenta a ripartire sul serio, una crescita contestuale del tasso di disoccupazione e del tasso di occupazione potrebbe essere accolta favorevolmente.
Il tasso di disoccupazione è un indicatore che tiene in considerazione il numero di persone che cercano lavoro sul totale della popolazione attiva, senza però trovarlo. Va da sé, ripetiamo, che se cresce il numero degli inattivi allora quell’indicatore mostrerà un calo. Quindi se cresce il tasso di occupazione e pure quello di disoccupazione potrebbe stare a significare, nelle nostre attuali condizioni, che il mercato del lavoro sta ripartendo, la gente se ne accorge e c’è più fiducia nel cercare un impiego. Poi un sistema sano deve essere in grado, nel tempo, di assorbire tale offerta di lavoro, saper coniugare le competenze proposte e quelle richieste, ma questo è un altro paio di maniche. Lasciamoli stare i record, ammesso che lo siano, che quasi mai portano fortuna.

@fabiogermani

 

Scrivi una replica

News

Dl Dignità, Di Maio: «La fiducia? Spero di no»

«Spero di no, però mi aspetto, e questo lo auspico, perché il Parlamento è sovrano, che ci sia un atteggiamento costruttivo sulle modifiche. Se poi…

20 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Alessandro Rivera sarà il prossimo direttore generale del Mef

Alessandro Rivera sarà il nuovo direttore generale del ministero del ministero dell’Economia. Lo riferisce l’agenzia Reuters, citando «tre fonti vicine alla situazione». Ha 47 anni…

20 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Inps, Di Maio: «Boeri? Non ho il potere di rimuoverlo»

Il presidente dell’INPS «Boeri? Io non ho il potere di rimuovere questa persona: o scade oppure resta lì». Lo ha detto il vice premier Luigi…

20 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Cdp, Fabrizio Palermo nuovo amministratore delegato

Fabrizio Palermo è il nuovo amministratore delegato di CDP, la Cassa depositi e Prestiti. Lo riferisce l’agenzia di stampa Reuters, citando «tre fonti vicine alla…

20 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia